S.Maria Capua Vetere (CE): attentato davanti alla sede del Consorzio Unico dei Rifiuti

1' di lettura Ancona 26/11/2020 - La Polizia di Stato sta acquisendo elementi per fare luce su di un attentato messo in atto con un ordigno di tipo artigianale avvenuto a Santa Maria Capua Vetere (Caserta), proprio davanti alla sede del Consorzio Unico di Bacino delle province di Napoli e Caserta (Cub).

L'ente, in liquidazione da 10 anni, si occupa di raccolta rifiuti, e i cui lavoratori (un migliaio, sparsi tra le due province), potrebbero entro qualche mese concludere la mobilità ed essere licenziati. L'ordigno ha danneggiato la porta d'ingresso della sede.

Sul fatto stanno indagando gli agenti del Commissariato di Santa Maria Capua Vetere, che hanno perquisito alcune persone e hanno acquisito le immagini della videosorveglianza posizionata fuori alla sede del Consorzio.

L'ipotesi più credibile è che l'atto sia collegato alla difficile situazione che stanno vivendo da tanti anni i lavoratori del Consorzio.






Questo è un articolo pubblicato il 26-11-2020 alle 12:16 sul giornale del 27 novembre 2020 - 333 letture

In questo articolo si parla di cronaca, roma, articolo, niccolò staccioli, Vivere Roma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDxD