Falconara, approvato il nuovo regolamento di polizia urbana: le novità

2' di lettura Ancona 27/11/2020 - Falconara ha un nuovo regolamento di polizia urbana, che sostituisce quello precedente datato 1951 e raccoglie in un documento organico le regole di convivenza civile.

Il documento, approvato dal Consiglio comunale nella seduta del 26 novembre, introduce nuovi strumenti come il Daspo urbano e disciplina in maniera stabile aspetti prima regolati da ordinanze temporanee, dalla conduzione di animali al contrasto della prostituzione in strada e del consumo di droga in luoghi pubblici. E’ stato approvato con il voto favorevole dei consiglieri di maggioranza, il voto favorevole del Partito Democratico, l’astensione di Italia Viva e il voto contrario di Cittadini in Comune e di Movimento 5 Stelle.

"Il Consiglio comunale, con il voto di giovedì, ha sancito la conclusione di un lungo percorso, cominciato nel 2019 – dice il sindaco Stefania Signorini – e che ha coinvolto rappresentanti delle forze dell’ordine, delle associazioni di categoria, di associazioni animaliste, consiglieri di maggioranza e opposizione chiamati a esaminare il testo di ognuno dei 61 articoli che compongono il nuovo regolamento. Il risultato è un documento al passo con i tempi, che risponde alle esigenze di tutela della sicurezza, del decoro, della convivenza civile.

Vengono introdotte novità importanti come il Daspo urbano, che offre la possibilità di allontanare da alcune zone ben precise come piazze, parchi o aree circostanti alle scuole persone che tengono comportamenti contro la sicurezza e il decoro. Viene così superata l’adozione di ordinanze temporanee per fenomeni che invece non sono momentanei. Il regolamento offre strumenti importanti per migliorare la nostra comunità e alza sensibilmente le sanzioni amministrative contro chi non rispetta gli altri e il bene comune".

Con il Daspo sono previste sanzioni da 100 a 300 euro, oltre all’allontanamento dai luoghi individuati per l’applicazione: il centro città (area compresa tra via Flaminia, via Bixio, via Mameli e via XX Settembre, comprese le piazze Mazzini e Fratelli Bandiera), le piazze Garibaldi e Catalani, parchi e aree verdi pubbliche, le strade e le aree pubbliche adiacenti le scuole. I comportamenti vietati sono danneggiamenti, atteggiamenti pericolosi per la pubblica incolumità, atti contrari alla pubblica decenza, commercio ambulante abusivo e ubriachezza molesta.

Il regolamento innalza inoltre a 500 euro le sanzioni per chi si prostituisce in strada e per i clienti (prima l’importo era di 300 euro), introduce sanzioni di 400 euro per chi arriva da fuori Comune per abbandonare i rifiuti, raddoppia quelle per chi non raccoglie le deiezioni dei propri animali, che passano da 100 a 200 euro, cui si aggiungono sanzioni di 50 euro per chi è sorpreso a spasso con il cane senza i sacchetti per la raccolta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2020 alle 16:53 sul giornale del 28 novembre 2020 - 298 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDH1