Riccione: Violenza sulla cugina di 12 anni che rimane incinta, arrestato 23enne

carabinieri generico 1' di lettura Ancona 30/11/2020 - Un 23enne sudamericano è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di aver violentato la cugina 12enne. È accaduto a Riccione.

Il giovane è stato rintracciato a Firenze e i militari hanno dato esecuzione a un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dal sostituto procuratore, Davide Ercolani, con le accuse di atti sessuali con minori e di violenza sessuale aggravata.

Le indagini sono partite il 4 novembre, quando i genitori della ragazzina hanno scoperto che la figlia era incinta, all'ottavo mese. La gravidanza era stata accertata all'ospedale di Riccione dopo che il pediatra insospettito da un rigonfiamento della pancia aveva richiesto una visita. A quel punto la ragazzina ha raccontato ai genitori le violenze che il cugino aveva messo in atto in diverse occasioni quando i due si erano ritrovati soli. In assenza dei genitori, fuori per lavoro, infatti la ragazzina veniva affidata al cugino.

Dalle indagini è emerso che nel mese di ottobre, il 23enne avrebbe tentato approcci sessuali anche nei confronti di un'altra ragazzina 12enne, cugina della vittima, che però sarebbe riuscita a sottrarsi alle violenze.

Il 23enne ha tentato quindi di rifugiarsi a Firenze presso alcuni parenti, ma è stato lì che i militari lo hanno trovato e arrestato.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Riccione.
Per Telegram cliccare su https://t.me/viverericcione.
E' attivo anche il canale Facebook: https://www.facebook.com/viverericcione.it/






Questo è un articolo pubblicato il 30-11-2020 alle 14:02 sul giornale del 01 dicembre 2020 - 269 letture

In questo articolo si parla di cronaca, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bD22