Pronta la task force dei medici di base: da mercoledì tamponi antigenici rapidi all'ambulatorio "Paolo Simone"

2' di lettura Ancona 04/12/2020 - Tutto pronto per l'avvio dei tamponi antigenici rapidi per mano dei medici di medicina generale. La task force dei medici di famiglia inizierà mercoledì l'effettuazione dei tamponi, ai propri pazienti, avvalendosi del prezioso aiuto dell'Ambulatorio Solidale "Paolo Simone" di via Gramsci e della Caritas.

"L'avvio dei tamponi antigenici rapidi per mano dei medici di medicina generale scaturisce dall'accordo sottoscritto a livello nazionale tra il Ministero della Salute e il sindacato dei medici di base, poi inserito in un accordo collettivo nazionale -spiega il dottor Maurizio Marchionni, coordinatore dell'equipe territoriale dei medici di famiglia- a livello regionale questo accordo è stato recepito il 26 novembre scorso ed ora occorre dare inizio a questa attività è obbligatoria sia per i medici di medicina generale che per i pediatri di libera scelta che devono garantire il servizio alla propria utenza".

I medici possono effettuare i tamponi antigenici rapidi (che differenziano da quelli molecolari perchè meno precisi ma con una risposta in 20 minuti) nei propri studi medici o avvalendosi della cooperazione dell’equipe territoriale. E questo è il caso della squadra formatasi, cui oggi hanno aderito 21 medici di famiglia di Senigallia. E' bene precisare che i tamponi antigenici rapidi non vengono effettuati su inziativa dei pazienti, ma sono gli stessi medici di base a prescriverli nei casi previsti ossia per gli asintomatici, i soggetti che sono stati a contatto con positivi e per i soggetti a fine quarantena.

"Abbiamo chiesto ospitalità alla Caritas e all'ambulatorio solidale Paolo Simone perchè questo spazio è assolutamente adeguato -spiega Fabrizio Volpini, medico di medicina generale e coordinatore dell'USca- i pazienti, attraverso percorsi dedicati, arriveranno fino ad una finestra esterna dalla quale si affaccerà il medico che effettuerà il tampone. Potremo effettuare 10 tamponi all'ora per almeno cinque giorni a settimana e questi è un grande risultato, oltre che un prezioso banco di prova in vista della campagna di vaccinazione di massa per il Covid nel 2021. Ringraziamo per la collaborazione oltre a Giovanni Bomprezzi della Caritas, anche Silvano Cingolani, Giuliano Giovannetti e la dottoressa Emanuela Sbriscia Ferretti dell'Ambulatorio solidale Paolo Simone che hanno riorganizzato i loro spazi per riservarci un ambiente dedicato e isolato".

L'ambulatorio solidale Paolo Simone, nato nel 2018 in ricordo del pediatra prematuramente scomparso Paolo Simone, grazie al lavoro svolto a titolo volontario da medici e specialisti fornisce ogni giorni prestazioni sanitarie alle fasce più deboli della popolazione che spesso non hanno le possibilità economiche per accedere a cure specifiche.







Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2020 alle 16:26 sul giornale del 05 dicembre 2020 - 367 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bELo





logoEV