Il suono della campanella apre il Market Place Day di Confidustria ad Ancona. Imprese, Università, Credito e Start up riunite nella grande piazza delle idee. 500 desk dalle soluzioni innovative, oltre 300 imprenditori e 90 start up per l'industria 4.0. E' così che le aziende si fanno protagoniste della rivoluzione digitale. Bucciarelli: “Creare asse tra Industria, Università e Ricerca”. Baban: "Marche gran laboratorio"


Approvato anche bilancio 2016 con accolta diretta di 250 milioni di euro ed impieghi per 185 milioni di euro.


Con una amministrazione al servizio del cittadino e l'innovazione tecnologica AnconaEntrate si prepara a subentrare ad Equitalia. L'amministratore unico Lorenzo Robotti illustra l'attività 2016 tra i buoni risultati del passato e le sfide ed i progetti dei prossimi anni.


Il mercato valutario in questo ultimo mese ha registrato valori molto interessanti, specie in zona euro-dollaro. In particolare la settimana appena conclusa denota una pausa di consolidamento al di sotto del livello di cambio a 1,07.


C’è stata unanimità nelle Assemblee di Confindustria Ancona e Pesaro Urbino che si sono riunite questo pomeriggio nelle rispettive sedi per deliberare sul progetto aggregativo che vedrà confluire in un unico soggetto le due Associazioni territoriali.


Prepàrati al futuro è lo slogan con cui Confindustria ha scelto di accompagnare il ciclo di seminari sul piano strategico nazionale Industria 4.0 dedicati alle tecnostrutture associative ed alle PMI associate. Un progetto ambizioso per formare il sistema Confindustria sulle tematiche di Industria 4.0 partendo dalla prima linea, ovvero i dipendenti, per proseguire poi con gli imprenditori.


I settori tradizionali dell'economia sono in crisi, il commercio si fa sempre più tecnologico ma la nostra regione, le Marche, non è ancora al passo con i tempi. Nell'era dell'internet delle cose è ormai evidente che la sfida per il futuro è creare industrie 4.0.


Dal bozzetto alla passerella. Più di 70 studenti si sfidano al “Fashion Game” concorso promosso dalla Confartigianato Imprese Ancona Pesaro e Urbino.


I dati sull’andamento dell’occupazione elaborati dalla CISL Marche confermano purtroppo quanto vediamo e registriamo quotidianamente nelle nostre sedi: la situazione lavorativa ed occupazionale continua a rimanere estremamente difficile, anche più di quello che i dati stessi ci dicono.


É stata ufficializzata oggi, con l'annuncio in conferenza stampa presso la sede della Federazione Marche delle BCC, la fusione tra la Banca di Credito Cooperativo di Ancona e la Banca di Credito Cooperativo di Falconara Marittima.


Oltre 200 imprenditori e professionisti si sono dati appuntamento alle 7.30 del mattino presso l’Ego Hotel per la Giornata dell’Ospite organizzata da Bni (business network international), capitolo Victoria Dorica.


Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...
Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...

Boccia agli imprenditori marchigiani: "Dobbiamo reagire". E' questo l'appello che il numero uno di Confindustria nazionale lancia da Jesi. Mentre il presidente di Confindustria Ancona Schiavoni rincara sul ritardo infrastrutturale cronico, dal fallimento dell'uscita ad Ovest del porto fino alla questione Quadrilatero, per non parlare della tassazione. Il sentimento del terremoto resta ancora forte nel cuore dei Confindustriali. "Si noi siamo soli", lo viviamo sulla nostra pelle". Il video


Sono un esercito di circa 600 imprenditori marchigiani quelli presi a campione dall'indagine di settembre di Confindustria Ancona divulgati oggi in anteprima per la stampa e che saranno diffusi nell'assemblea dei confindustriali marchigiani martedì a Jesi. Ne emerge una visione pessimistica del futuro. Schiavoni: Gli imprenditori marchigiani? Soli e sfiduciati. Il presidente nazionale di Confindustria nazionale Vincenzo Boccia atteso a Jesi martedì per l'annuale assemblea dei Confindustriali marchigiani. La video intervista


Il Comune intende incassare con una intensa attività di recupero dell’evasione tributaria: per il 2017 euro 3.745.000 per il 2018 euro 3.800.000 per il 2019 euro 3.850.000. Si tratta di entrate da tributi per lo più di ici imu tare tosap imposta sulla pubblicità, proventi per il mancato incasso dei fitti di aree comunali di fabbricati di multe stradali proventi mense ed altro, mai pagate dai cittadini a suo tempo debito.


Ritorna sul piede di guerra Confindustria Ancona dopo la convocazione delle categorie economiche da parte del Sindaco Mangialardi avvenuta ieri pomeriggio in extremis prima della riunione sul bilancio prevista per lunedì prossimo 30 gennaio.