contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Primo progetto di autocostruzione nelle Marche

1' di lettura
1425

patrizia casagrande

Stamattina la presidente Patrizia Casagrande ha firmato la convenzione con il Ministero della Solidarietà sociale che assegna alla Provincia di Ancona il finanziamento per un progetto di autocostruzione residenziale, che l\'Ente avvia in via sperimentale a Senigallia, il Comune che ha messo a disposizione un\'area a Cesano destinata all\'edilizia economica e popolare.

Si tratta di un progetto del Ministero lanciato in tutta Italia e finanziato per la prima volta nelle Marche. Il contributo di 253.000 euro, richiesto e ottenuto dalla Provincia, servirà a costituire la società di autocostruisce e ne finanzia la progettazione (che sarà avviata entro il prossimo settembre).


A causa dell\'aumento dei prezzi e della crescita della domanda di case da parte del segmento più debole, la questione abitativa è tornata prepotentemente tra le priorità della società e dell\'economia italiana. Il progetto di autocostruzione si rivolge a un gruppo di persone immigrate e non, costituite in cooperativa, interessate a costruire una casa in proprio, durante il tempo libero.


\"Considero la firma di questa mattina - dichiara la presidente Casagrande, - un successo. Realizzare un progetto che veda insieme immigrati e non di fronte alla soluzione di un\'emergenza comune come quella della casa è un traguardo della politica dell\'inclusione perseguita dalla Provincia di Ancona.


Di fatto, la coesione sociale e il senso di appartenenza ad una comunità si costruiscono con uno sguardo ampio che attraversa tutti i settori amministrativi. Non solo servizi sociali, dunque, ma anche urbanistica e tecnologie del risparmio energetico, come in questo caso, o cultura, come nel caso di Cohabitat. Oggi più che mai - conclude, - sono necessari programmi concreti di integrazione per risolvere emergenze ed evitare rischi di nuove forme di marginalità sociale\".



patrizia casagrande

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 27 giugno 2008 - 1425 letture