contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPETTACOLI
comunicato stampa

Festa del covo e della trebbiatura

3' di lettura
2014

candia|
Raffigura il Duomo di Modena, da anni nascosto alla vista di cittadini e visitatori dal cantiere che lo sta ristrutturando, il pregevole manufatto realizzato quest’anno dal comitato della Festa del Covo di Candia, una delle poche e più note tradizioni folcloristiche anconetane legate all’attività agricola ed a quella artigiana, ad essa strettamente collegata.

Dopo l’omaggio reso ai luoghi di devozione del territorio (Santa Maria delle Grazie di Candia nel 1995, San Raimondo della Baraccola nel 1996, Cattedrale di San Ciriaco nel 1997, Santa Casa di Loreto nel 2000) esteso a chiese e basiliche tra le più belle e note d’Italia (San Francesco di Assisi nel 1998, Basilica di San Pietro nel 1999, Santa Maria del Fiore a Firenze nel 2001, Duomo di Milano nel 2002, Duomo di Pisa nel 2003, Basilica di Pompei nel 2004, Sant’Antonio a Padova nel 2005, Duomo di Siena nel 2007) e- oltre confine- santuario di Jasna Gora, quest’anno il comitato- al lavoro dai primi di gennaio- ha realizzato una mirabile riproduzione del Duomo di Modena, frutto del lavoro congiunto di una quindicina di uomini e donne della frazione che hanno a tal fine utilizzato diverse tipologie di spighe di grano appositamente selezionate e seminate nel periodo precedente.



Il “covo” 2008 verrà portato in trionfo nella città emiliana il 4 e il 5 di settembre, dove probabilmente –per la gioia dei modenesi, privati da anni della vista della loro “Ghirlandeina”, celebrata dal celebre concittadino Luciano Pavarotti- troverà ospitalità perenne in uno spazio coperto, spazio che manca nel luogo dove è stato realizzato. La Festa del Covo e della Trebbiatura, uno degli eventi culmine di ogni estate anconetana, verranno celebrate rispettivamente il 23 ed il 24 agosto ed il 30 ed il 31 agosto a Candia: durante entrambe le manifestazioni il covo, allestito come sempre su un carro, verrà portato in corteo attraverso le vie della frazione: domenica 24 agosto, a partire dalle ore 10,00 fino al sagrato della Chiesa dove avverrà la solenne benedizione e nel pomeriggio al campo sportivo , attorniato da figuranti in costume d’epoca, del Gruppo “Ortensia di Ascoli Piceno e dalla banda Città di Castelfidardo.




Sabato 30 agosto, dopo le ore 17,00 nuova esposizione del covo. Il tutto accompagnato da mostre (foto dei modelli delle precedenti edizioni, di trattori d’epoca), stand gastronomici, rappresentazioni della trebbiatura sull’aia e serate danzanti). Il 13 ed il 14 settembre, il Covo verrò invece ospitato nel centro della città e sfilerà nelle vie principali.



“Un impegno che anima tutta la frazione, per buona parte dell’anno- ha sottolineato l’assessore alla Partecipazione Democratica Stefania Ragnetti, ringraziando il presidente del Comitato, Giulio Ripanti e tutti coloro che concorrono alla realizzazione del manufatto e all’organizzazione delle manifestazioni. E’ grazie a tutte queste persone che si riesce a conservare una tradizione così vicina al mondo agricolo ed ai suoi valori, in una società in continua trasformazione”. Alla presentazione del covo 2008, presente anche il presidente della II Circoscrizione, Mara Ansevini, che ha illustrato il programma e ha invitato cittadini e turisti a partecipare a questa festa da condividere con la frazione di Candia.



candia|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 31 luglio 2008 - 2014 letture