contatore accessi free

Falconara: Binci, l\'Api arretra se non investe nelle Marche in energie rinnovabili

massimo binci 1' di lettura 04/07/2009 - Il consigliere regionale di Sinistra Democratica, Massimo Binci, risponde al Presidente dell\'Api di Falconara, che paventa un\'arretramento dell\'azienda senza la realizzazione delle nuove centrali.

\"E\' solo la pretesa assurda dell\'Api, di realizzare altre centrali da 580Mw su un sito industriale a rischio di Incidente Rilevante e all\'interno di un\'Area dichiarata ad Elevato Rischio di Crisi Ambientale, che farebbe arretrare l\'azienda.


Il Pear offre una grande opportunità di riconversione e di differenziazione produttiva all\'Api con la realizzazione di piccole e medie centrali coogenerative nei distretti produttivi della varie province marchigiane e nell\'eolico sull\'Appennino od off-shore in mare, oltre che nel solare termico e fotovoltaico. Solo cogliendo queste opportunità l\'Api diventerebbe un\'azienda multienrgy, che si confronta e rispetta il territorio e la popolazione dove opera, interagendo con la programmazione energetica della Regione che la ospita\".


da Massimo Binci
consigliere regionale Sinistra Democratica




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2009 alle 14:23 sul giornale del 04 luglio 2009 - 1342 letture

In questo articolo si parla di falconara, politica, massimo binci





logoEV
logoEV
logoEV