contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPORT
articolo

Calcio: Ancona cinica, battuta una coriacea Triestina (2-1)

4' di lettura
1472

ancona calcio logo

Doppietta di Mastronunzio a cavallo fra il finale del primo tempo e l’inizio del secondo, poi nel finale di gara arriva la rete degli ospiti. La classifica migliora ulteriormente. Sabato di nuovo in campo con i dorici che dovranno recarsi a far visita al Mantova.

L’Ancona riprende a correre dopo la sosta natalizia infilando la seconda vittoria interna consecutiva dopo il KO inflitto al Brescia e lo stop forzato per il rinvio della gara a Cittadella. I dorici incamerano altri tre punti, si portano a quota 36, sempre un punto sotto il Lecce e con una gara da recuperare, ed allungano sulle terze, nella fattispecie Empoli, Sassuolo e Cesena attestate a quota 32.


La lunga sosta ha sicuramente contribuito ad arrugginire un po’ i muscoli ed i meccanismi dei biancorossi che contro la formazione alabardata hanno sofferto molto a centrocampo e moltissimo in difesa e stavolta sono riusciti a prevalere anche grazie ad un po’ di fortuna, come ammesso anche da mister Salvioni negli spogliatoi.


Ma i biancorossi possono contare sul fenomeno Mastronunzio, che con la quarta doppietta di questo campionato (in tutto 14 gol per lui) ha steso la squadra allenata da Mario Somma. La “vipera” è stato particolarmente efficace e spietato con due gol messi a segno su tre occasioni avute, al resto ci ha pensato uno strepitoso Da Costa che ha salvato il risultato in almeno altrettante situazioni.


Molti i cambiamenti operati da Salvioni sulla formazione, quasi tutti obbligati; in particolare le sostituzioni di Cosenza e Catinali, squalificati, con l’inserimento di Pisacane e Camillucci. A centrocampo Schiattarella ha preso il posto di Surraco, rientrato due giorni dopo gli altri dal Sudamerica, mentre Zavagno è sceso in campo fin dal primo minuto.


Tempo da lupi al Del Conero e terreno inzuppato; si comincia con la Triestina che gioca a viso aperto e si fa spesso vedere dalle parti di Da Costa. Prima incursione dell’Ancona all’8° minuto con Colacone che, smarcato da una spizzata di Mastronunzio, alza troppo il pallonetto sull’uscita del portiere ospite Agazzi. Nell’azione Colacone si infortuna ( sembra niente di grave) e viene sostituito da Mirchev.


Al 26° l’Ancona rischia grosso ma Tabbiani viene anticipato in extremis da Miramontes dopo una respinta corta di Da Costa su conclusione di Godeas. I dorici continuano a soffrire la vivacità dei giuliani soprattutto in fase offensiva, ma al 35° arriva il gol del vantaggio dell’Ancona con Mastronunzio che controlla in corsa un lancio millimetrico di Miramontes e infila Agazzi con un rasoterra in diagonale da dentro l’area: 1 a 0.


La Triestina reagisce prontamente ed al 39° Testini ha un’occasione ghiottissima ma se la divora mettendo alto a pochi passi dalla linea di porta. Al 44° il portiere brasiliano dell’Ancona si supera respingendo un colpo di testa di Godeas destinato all’angolino. Si va quindi al riposo con i dorici in vantaggio, ma sicuramente anche gli ospiti avrebbero meritato di andare in gol almeno una volta.


Ad inizio ripresa Mirchev mette fuori un non facile pallone servitogli con un cross dal fondo di Milani. Non sbaglia, invece, Mastronunzio che al 3° minuto riceve un bel lancio dal solito Miramontes e prova a scavalcare il portiere in uscita, Agazzi riesce ad opporsi in qualche modo ma il bomber biancorosso recupera il pallone e mette in rete: 2 a 0.


All’8° ancora Mastronunzio protagonista: si beve un difensore con un dribbling a rientrare, si presenta da solo davanti ad Agazzi, ma stavolta il portiere riesce a chiudere bene lo specchio della porta e a ribattere con la coscia. Ma la Triestina non molla ed al 23° la difesa dorica si salva con affanno dopo una mischia in area con conclusione respinta di Pani e con Godeas che non trova il tempo per la battuta a rete.


Al 28° ancora pericoloso Godeas con un calibrato pallonetto dal limite sul quale Da Costa fa buona guardia mettendo in angolo. Al 31° entra Surraco ed esce, fra gli applausi, Miramontes.


Quando mancano due minuti al 45° la Triestina trova il gol del 2 a 1 con Della Rocca che mette dentro al volo un pallone proveniente da un calcio da fermo dalla trequarti. Salvioni opera la terza sostituzione facendo entrare Mustacchio al posto di Schiattarella poi, dopo 4 minuti di recupero durante i quali non accade nulla di rilevante, l’arbitro fischia la fine.


Una vittoria un po’ tribolata questa con la Triestina, ma che consente all\'Ancona di continuare a sognare e di terminare il girone di andata con almeno il secondo posto in tasca. Manca infatti un solo turno al giro di boa, turno che si disputerà sabato prossimo con i dorici che faranno visita al Mantova. Per la cronaca la squadra virgiliana ieri è tornata con un pari dall’incontro all’Olimpico contro il Torino nel quale avrebbe però meritato l’intera posta.



ancona calcio logo

Questo è un articolo pubblicato il 06-01-2010 alle 14:30 sul giornale del 07 gennaio 2010 - 1472 letture