contatore accessi free

Prima riunione del gruppo tecnico per il porto

porto ancona 1' di lettura Ancona 14/10/2010 -

Si è riunito per la prima volta il Gruppo tecnico di lavoro per ampliamento infrastrutturale del porto di cui fanno parte il Comune di Ancona, la Provincia di Ancona, la Regione Marche, l’Autorità Portuale e la holding del porto, per un confronto su una evoluzione dello scalo che vada nella direzione del decongestionamento del porto storico, in modo da poterlo utilizzare prevalentemente per scopi turistici e culturali.



In quest’area – secondo i diversi interlocutori - resterebbero le attività che non necessitano delle cancellate imposte dalle normative europee e erette nel 2006 -2007. Il PRG e il Piano particolareggiato del porto prevedevano infatti un processo di integrazione tra porto e città, ma l’allestimento delle barriere ha interrotto questo percorso.

Nell’ambito delle prossime riunioni, il comitato tecnico produrrà un documento dal quale dovrà scaturire uno studio di fattibilità per creare le condizioni per impostare la delocalizzazione degli attuali traffici di merci e traghetti del porto storico. Il Sindaco Gramillano e l’Assessore al Porto Franzoni che avevano proposto All’autorità portuale di avviare lo studio di fattibilità, hanno espresso soddisfazione per l’avvio del lavoro del comitato tecnico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-10-2010 alle 17:54 sul giornale del 15 ottobre 2010 - 1094 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, ancona porto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/diW





logoEV
logoEV
logoEV