contatore accessi free

Decesso a Montacuto: le senatrice del Pd interrogano Alfano

carcere montacuto 4' di lettura Ancona 25/10/2010 -

Le senatrici marchigiane del Pd Marina Magistrelli, Luciana Sbarbati e Silvana Amati hanno presentato un'interrogazione a risposta scritta al ministro della Giustizia Angelino Alfano in merito alla morte del 22 enne nel carcere di Montacuto.



Premesso:
- che in data 22.10.2010 nel carcere di Ancona Montacuto nella sua cella è stato ritrovato morto Alberto Grande, di ventidue anni;
- che si tratta della terza vittima deceduta nell’istituto di pena anconetano dall’inizio dell’anno: tre detenuti “giovani” e non affetti da particolari patologie, le cui morti appaiono quantomeno “sospette”;
- che, infatti, a maggio è stato ritrovato senza vita sul pavimento della propria cella un giovane del Marocco di 27 anni che il Dipartimento della Amministrazione Penitenziaria classifica come “morte per cause naturali”;
- che il 25 settembre un tunisino, si chiamava Ajoub Ghaz, di 26 anni veniva ritrovato morto nella sua cella. Dai primi rilievi sembrava che avesse ingerito un mix letale di farmaci;
- che per Alberto Grande, trovato morto dal compagno di cella il 22 ottobre, gli inquirenti e le autorità carcerarie hanno escluso che si sia trattato di un gesto volontario;
- che la cosa certa al momento è che sul corpo del giovane non sono stati trovati segni di morte violenta, è che l’autopsia, disposta dalla procura, sembra evidenziare che si tratti di intossicazione da assunzione di un mix letale farmaci o da sostanze stupefacenti;
- che sono state avviate indagini sia dalla Procura della Repubblica di Ancona sia un’indagine interna per chiarire l’accaduto dove si attende la ricostruzione esatta dell’episodio per prendere gli eventuali provvedimenti;
- che rimane il fatto che un ragazzo di 22 anni, entrato sano in carcere lo scorso luglio, in carcere è morto;
- che è, comunque, necessario vista la drammatica situazione fare chiarezza da parte del Ministero, sulla reale capacità della struttura carceraria di tutelare la salute dei detenuti;
- che anche l’ l'Osservatorio permanente sulle morti in carcere, parla di “terza morte misteriosa” nel carcere Dorico;
- che quello di Ancona si sta rivelando un carcere da terzo mondo per sovraffollamento ove sussiste una situazione veramente critica;
- che le sottoscritte senatrici avevano già richiamato l’attenzione del On. Ministro sulla drammatica situazione di sovraffollamento del carcere di Ancona con Atto n. 4-03243 Pubblicato il 27 maggio 2010 Seduta n. 389;
- che è nuovamente necessario rilevare, alla luce dei drammatici episodi riportati come la situazione nel carcere di Ancona è sempre più insostenibile;
- che ciò determina la violazione della dignità dei detenuti imputabile in misura significativa al grado di sovraffollamento che si registra con incremento preoccupante come in tutti gli istituti di pena italiani;
- che degrado, sovraffollamento, scarsità di fondi per opere di manutenzione delle strutture e per acquistare beni anche di prima necessità, carenza di personale sia tra gli agenti di Polizia penitenziaria che tra educatori, psicologi, personale sanitario sono stati segnalati in diverse occasioni dagli operatori del settore, ad Ancona come in molte realtà italiane, e sono stati oggetto di numerose interrogazioni parlamentari;
- che, ad oggi, su tali problematiche non vi è stata ancora nessuna risposta da parte dell’On. Ministro della Giustizia, pur persistendo la gravissima situazione del carcere di Ancona, evidenziata ancor più dalle morti dei tre giovani detenuti;

si chiede:
-che il Ministro in indirizzo riferisca sui 3 decessi avvenuti nel Carcere di Ancona e sulle precise cause che li hanno provocati; riferisca inoltre se sia a conoscenza delle problematiche del Carcere di Montacuto di Ancona, relativamente alla difficile situazione sanitaria, della carenza di personale e del suo grave sovraffollamento, aspetti che pongono in forse il pieno rispetto della tutela della salute e della dignità dei detenuti;
Si chiede di conoscere:
quali urgenti iniziative ed interventi abbia programmato ed intenda assumere il Ministro in indirizzo per risolvere nello specifico tale complesso di problematiche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2010 alle 17:46 sul giornale del 26 ottobre 2010 - 950 letture

In questo articolo si parla di partito democratico, marina magistrelli, carcere montacuto





logoEV
logoEV
logoEV