contatore accessi free

Il computer, baby sitter dei nostri giovani: attenzione al suo uso

computer 2' di lettura Ancona 27/10/2010 -

“Dopo la televisione e la play station, il computer è il terzo baby sitter nell’età adolescenziale dei nostri giovani”. Con queste parole Maurizio Pierlorenzi, Dirigente Polizia Postale in quiescenza ha aperto il suo intervento nel corso dell’incontro dibattito organizzato da ManagerItalia Ancona “La sicurezza informatica: diminuire i rischi con sistemi di controllo efficienti e con la conoscenza” che si è tenuto questa mattina presso l’aula del Rettorato di Ancona, in piazza Roma.



L’incipit dell’intervento di Pierlorenzi è stato un po’ il nocciolo delle questioni trattate nel corso dei vari interventi.

I dati forniti durante la mattinata fanno riflettere. Solo per citarne alcuni: il 91% dei minori naviga in internet e utilizza delle chat. Più di un minore su dieci ha detto di aver avuto contatti “ambigui” in internet. Dati fondamentali per capire la dimensione dell’esposizione in internet degli utenti più deboli e minori e la necessità di porre in essere dei filtri per proteggerli.

Di tutto questo ha parlato anche Sabrina Dubbini, Presidente dell’Associazione di volontariato Linea Innocenza, specializzata sul tema e costituita da mamme con figli in età scolare. “Tra le varie attività che svolgiamo – ha detto Sabrina Dubbini - abbiamo portato avanti un progetto con la Prefettura di Ancona nel corso del quale abbiamo anche simulato una “chat trappola” per far meglio capire ai piccoli come il mezzo sia pericoloso e nasconda insidie”.

Nel corso dell’incontro-dibattito moderato dal giornalista Vincenzo Varagona, sono intervenuti anche Luca Spalazzi, dell’Università Politecnica delle Marche, Libero Marconi, della Security Advisor Keypass S.r.l., Francesco Moroncini Security Lead Auditor e Dino Elisei, vice Presidente Manageritalia Ancona.

Abbiamo organizzato questo evento – ha detto Eraldo Rossini, presidente di ManagerItalia Ancona – per sensibilizzare, informare e svolgere un’azione formativa-educativa sul problema, in una società odierna dominata dalla comunicazione attraverso i più disparati mezzi, tutti dall’elevato livello di accessibilità”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2010 alle 17:15 sul giornale del 29 ottobre 2010 - 775 letture

In questo articolo si parla di attualità, computer, Manageritalia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dMu





logoEV
logoEV