contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sicurezza: tagli e non solo, Eusebi 'Quello che dovrebbe fare il Governo voi avete cominciato a farlo'

2' di lettura
844

Paolo Eusebi Idv

Nell’ambito della mobilitazione nazionale contro i tagli lineari, contro il blocco del turn over, contro il taglio di 30.000 donne e uomini nel settore della sicurezza, della difesa, del soccorso pubblico progettati dal Governo Monti, oggi tutte le sigle sindacali della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Forestale dello Stato, dei Vigili del Fuoco, anche a nome del Cocer Carabinieri, Guardia di Finanza, Esercito, Marina, Aeronautica, hanno manifestato numerosi davanti alla sede della Regione Marche e sono stati ricevuti dall’Assessore Regionale Paolo Eusebi e dal Dirigente Regionale della Protezione Civile Roberto Oreficini, in rappresentanza del Presidente Gian Mario Spacca.

“Quello che dovrebbe fare il Governo voi avete cominciato a farlo. Fate sinergia e vi organizzate. Il Governo si affida ragionieristicamente a tagli lineari invece di programmare una riorganizzazione che superi la frammentazione degli interventi e delle strutture producendo servizi di sicurezza ai cittadini più tempestivi e risparmi da destinare alle donne e agli uomini che di tale sicurezza devono occuparsi e ai mezzi con cui operano. Come è possibile solo immaginare, come fa il Ministro Fornero, che ci possano essere sulla strada, a vigilare sulla sicurezza di tutti noi, agenti ultrasessantenni, impedendo l’accesso a forze giovani - ha dichiarato l’Assessore Eusebi."

“Voi urlate il vostro NO a chi si serve con disonore della Stato, degli enti pubblici e delle istituzioni per fini personali o per l’interesse degli appartenenti ad una parte politica; è tempo che ognuno di noi sia consapevole che è necessario superare il sistema medievale di caste che ancora governa il Paese. Le varie caste dei politici, dei dirigenti pubblici, dei giornalisti, dei magistrati, dei notai, dei banchieri, dei finanzieri, e si potrebbe continuare a lungo, producono odiosi privilegi, disorganizzazione quando non ruberie.

C’è bisogno di un cambio generale di mentalità e di smetterla di identificare il male solo in quello che non ci fa comodo. L’efficentamento del sistema Paese consentirebbe maggiori investimenti per quei settori come la Sicurezza, la Sanità, la Scuola, le tre S come dite voi, che rendono uno Stato più moderno, più vivibile per i cittadini e più interessante per investitori e turisti.”



Paolo Eusebi Idv

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2012 alle 22:52 sul giornale del 24 ottobre 2012 - 844 letture