contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ballanti: via Torresi, 'Dopo soli due mesi l’asfalto si apre e la giungla di via Seppilli non è stata ancora tagliata'

2' di lettura
737

Non c’è pace per via Torresi e la piazzetta di via Seppilli: i cittadini mi contattano continuamente per segnalare problemi, incuria e degrado...

La piazzetta trasformata in una giungla, le scuole Domenico Savio in perenne ristrutturazione (apriranno a gennaio come promesso dopo lo scivolamento da settembre a gennaio?), le mura che crollano delle quali non si sa ancora se le due ordinanze che obbliga la partenza dei lavori saranno rispettate dai proprietari che hanno tempo rispettivamente fino al 9 e 30 gennaio, i marciapiedi impraticabili che causano pericolo alla pubblica incolumità, le barriere sul bordo della strada che restringono la carreggiata causando anche incidenti. Due mesi fa i residenti tirarono un sospiro di sollievo per le emissioni delle ordinanze e per i lavori di asfaltatura ma, sembra incredibile, a soli due mesi dai lavori l’asfalto si sfalda e già due buche si sono aperte davanti la fermata bus e le scalette per via Camerano. Ci si chiede come sono stati eseguiti i lavori se già l’asfalto si “sbrindella” in questo modo. Ci chiediamo se il Comune farà verifiche con la ditta che ha eseguito i lavori. I residenti della zona non hanno parole per commentare questo stato di cose.

Ho immediatamente fatto partire una nuova ed ennesima segnalazione agli assessori ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica e ai due presidenti di circoscrizione Foresi e Mandarano. Nel precedente incontro del 29/11/12 ci era stato annunciato che la discarica di via Seppilli sarebbe stata rimossa (cosa avvenuta), che la vecchia ringhiera delle scalette per il parco sarebbe stata rimossa (ho dovuto sollecitare due volte la cosa a seguito della quale la vecchia ringhiera è stata rimossa pochi giorni fa), che la piazzetta sarebbe stata, nell’attesa dell’esecuzione del progetto di recupero, previsto tra qualche mese, almeno bonificata dalla giungla di sterpaglie e canneti alti fino a 3 metri.

Questa bonifica, come comunicato pochi giorni fa all’assessore Maiolini non è ancora avvenuta per cui ho sollecitato ad intervenire per pulire l’area dalle sterpaglie. Ora l’asfalto che si sfalda nuovamente... Se non fosse tristemente vero ci sarebbe da sorridere: chiusa una falla se ne apre un’altra e le dita per chiuderle sono poche! I residenti attraverso me esprimono forte indignazione e pretendono, pretendiamo tutti insieme, serietà, siamo cittadini di serie A, non B!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-01-2013 alle 21:55 sul giornale del 07 gennaio 2013 - 737 letture