contatore accessi free

Ciccioli (Fratelli D'Italia): 'D'Angelo o Tombolini...? Nessuna preclusione. Subito alleanza e progetto. Saremo lieti di contribuire!'

Carlo Ciccioli 5' di lettura Ancona 28/03/2013 - La politica anconetana si presenta in ritardo a queste elezioni e c'é bisogno di una coalizione di centrodestra ampia, stando a Ciccioli (Fratelli D'Italia). E su i candidati sindaco l'ex Onorevole dice: "D'Angelo o Tombolini...? Nessuna preclusione. Subito alleanza e progetto. Saremo lieti di contribuire!". Gostoli: "No ai costi della politica e si ad un sindaco manager che incrementi il suo stipendio solo per meritocrazia".

Anche Fratelli d'Italia presenta il programma per le elezioni comunali 2013. Lavoro, economia (far ripartire gli imprenditori) ed accessibilità questi alcune idee del programma per Fratelli D'Italia Centrodestra. La necessità di far partire il progetto per l'uscita a nord ovest. l'Ipotesi di dare contenitori inutilizzati ai privati come l'ex Angelini, ma anche la necessità di creare più parcheggi affinche si possa creare business. Inoltre l'area piazza Cavour necessita di essere ripensata come ad esempio il parcheggi a Roma proprio in piazza Cavour. "Molti imprenditori sarebbero disponibili - dice Ciccioli - a presentare un progetto. Poiché vi é una emergenza parcheggi soprattutto se si pensa ad un altro polo giudiziario".

E poi la questione del Porto: "Ancona deve diventare porto franco - ha affermato Ciccioli - con l'idea della macroregione adriatica sull' esempio di Trieste porto franco. Noi potremmo diventare anche più importanti" Una questa che Fratelli d'Italia condivide con il Pd. L'idea partì dalla senatrice Amati. E' necessario, dunque, stando a Ciccioli, che il porto riparta.

Si é parlato anche di urbanistica e di una "città ingessata", di un Passetto come spiaggia da recuperare. "L'attività principale del comune fino ad ora - ha affondato Ciccioli - sembra sia stato dar fastidio agli anconetani." Né mancano le polemiche alle ultime due sindacature finite in anticipo del Pd: Sturani e Gramillano. Né sono mancati due esempi di centrosinistra da apprezzare ha detto Ciccioli come i Galeazzi.

Si torna al programma e si parla di un altro problema, quello dell'identità di quartiere, ma anche della necessità di valorizzare le associazioni attraverso le compensazioni con le attività commerciali dal momento che mancano i fondi comunali. Sulla Sicurezza, poi, Ciccioli é chiaro: "i militari non sono visti di buon occhio, ma sono gratuiti e vanno utilizzati per il controllo del territorio. Non si possono abbandonare alcune aree della città come il Piano e non solo. Si a presidi fissi."

Sulla manutenzione, invece, si parla di malagestione della scorsa giunta comunale. "Si ad una ordionanza che imponga a chi é proprietario la manutenzione" E basta a quelle che Ciccioli chiama le "Condotte di evitamento": si deve incentivare condotte di intraprendenza." In una parola "Liberare Ancona".

Anche l'ex consigliere Stefano Gostoli parla del Programma di Fratelli d'Italia insistendo sul concetto che sono necessari tagli alla spesa e razionalizzazione. "I più grandi sprechi - ha detto inoltre Gostoli - sono stati nella gestione patrimonio immobiliare. Potremmo prendere mutui per ristrutturare stabili inutilizzati invece di affitti. Rinegoziare i mutui poiché le condizioni contrattuali sono superate."

"Recuperare la liquidità - continua ancora Gostoli - non è possibile che chi sbaglia non paga. Pensiamo ai problemi delle partecipate e delle fondazioni. Abbassiamo le imposte comunali che sono arrivate al massimo livello. A partire dal l'imu."

E non ultimo si dice no ai costi della politica e si ad un sindaco manager che incrementi il suo stipendio solo per meritocrazia. No all'immigrazione intesa come problema. Alloggi popolari per i residenti. No quartieri ghetto, ma si all'integrazione.

Anche se al momento tutto nel centrodestra pare incerto Fratelli D'Italia presenta le sue idee da proporre in previsione di una coalizione ampia nel Centrodestra. "Non si è ancora deciso dice Ciccioli - ci collochiamo nel centro destra e pensiamo ad una coalizione in questa area. Il progetto del centro destra e' attualmente un po' scarso. Lavoriamo per un candidato unitario nel centro destra. Noi intanto faremo una nostra lista che vuole essere un incubatore più ampio nel centrodestra. Possiamo fare una lista di area."

Si aprono dunque varie possbilità, ma la volontà - ci spiega Ciccioli - "é quella di dare un contributo alla campagna elettorale. Ma sia ben chiaro: "non mi candidato a sindaco". Il panorama politico non é roseo, per Ciccioli, a partire dal centro destra e non solo.

"Per il Pd - ha concluso ciccioli - la Mancinelli é andidata di un élite di politici di Ancona, Foresi gode di popolarità, ma non ha un progetto. Significa riconsegnare alla citta a chi ha fallito." Su il grillino Quattrini? "Non scatena emozioni con tanto di una rivolta interna che non scatena emozioni." E al centro destra, invece, dice: "Il centro destra ha candidati, ma non un progetto. Siamo in ritardo su tutto." E sull'ok a D'angelo o Tombolini? Ciccioli é netto: "Nessuna preclusione i candidati si presentino con una alleanza ed un progetto con utilità lieti di contribuire. Noi offriamo queste idee alla coalizione che si creerà." In ballo inoltre anche idee sulla cultura e fondazioni. "Voglia o dare un contributo alla coalizione e siamo particolarmente attenti alle civiche."








Questo è un articolo pubblicato il 28-03-2013 alle 16:08 sul giornale del 29 marzo 2013 - 1222 letture

In questo articolo si parla di carlo ciccioli, politica, ancona, laura rotoloni, fratelli d'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/La1





logoEV
logoEV