contatore accessi free

Consiglio Comunale: il Sindaco si taglia 5 mila euro dallo stipendio. Istituite 6 Commissioni Permanenti. Scontro sulla 'sicurezza'

Consiglio comunale Ancona 3' di lettura Ancona 10/07/2013 - Il Consiglio Comunale di Ancona ha votato questa mattina la deliberazione che ha istituito sei Commissioni Consiliari Permanenti. Ridotte a sei, a differenza della precedente amministrazione comunale che ne aveva 7. Via 5 mila euro lordi dallo stipendio del primo cittadino, Valeria Mancinelli. Sindaco: "Segnale simbolico di partecipazione al dolore diffuso".

Le Commissioni Permanenti (con i relativi consiglieri):

1° Commissione Affari istituzionali: Tripoli, Morbidoni, Mandarano, Mazzeo, Diomedi, Crispiani, D’Angelo

2° Commissione Assetto e Uso del Territorio: Vichi, Pistelli, Freddara, Urbisaglia, Quattrini, Berardinelli, D’Angelo

3° Commissione Lavori Pubblici Porto: Gnocchini, Fiordelmondo, Fagioli, Polenta, Lazzeri, Berardinelli, Gramazio

4° Commissione Politiche Sociali: Grilloni, Mandarano, Fiordelmondo, Barca, Gastaldi, Pizzi, Finocchi

5° Commissione Cultura e Sport: Dini, Fanesi, Duranti, Fazzini, Rubini, Gramazio, Tombolini

6° Commissione Sviluppo Economico: Pelosi, Fagioli, Morbidoni, Urbisaglia, Quattrini, Crispiani, Pizzi

Prima della votazione, il Capogruppo del Movimento 5 Stelle, Andrea Quattrini, ha presentato una mozione che prevedeva la costituzione di 5 Commissioni Permanenti, anzichè 7. “La riduzione consente di risparmiare due uffici di segreteria - ha detto Quattrini - e garantisce il diritto a tutti i Consiglieri di maggioranza e di minoranza di far parte di una commissione Permanente”. Proposta bocciata dall'aula.

Scontro sulla questione della "sicurezza". L’Avv. Italo D’Angelo, Capogruppo della lista civica La Tua Ancona, ha presentato invece un emendamento che prevedeva di affidare le questioni relative alla sicurezza alla seconda commissione. “Con sicurezza non intendo solo la polizia e i carabinieri, ma anche le infrastrutture, i quartieri costruiti con intelligenza, la video sorveglianza, la gestione del territorio, l' illuminazione”. Il Capogruppo Pd Loredana Pistelli ha replicato: “Mettiamo la sicurezza nella quarta commissione, politiche sociali”. Al voto, la proposta di D’Angelo è stata bocciata. “E’ grave che non c’è una commissione che regola la sicurezza - ha commentato Daniele Berardinelli (Pdl) - la prima mozione sulla sicurezza a chi la affidiamo?”

INDENNITA’:La diminuzione dell’ indennità - ha detto la Mancinelli - è un segnale simbolico di partecipazione al dolore diffuso. Il Sindaco avrà 5 mila euro all’ anno in meno, in proporzione stessa cosa per gli assessori (netto per gli assessori 2500, per il Sindaco 3200). Se non fossimo in un periodo di crisi, le indennità andrebbero aumentate. Il problema è la produttività e non il costo”. Per quanto riguarda il suo lavoro d’avvocato, “l’ho sempre detto ai cittadini, ancor prima di vincere le elezioni, che non avrei abbandonato la mia professione". E ha ironizzato: “Evidentemente gli anconetani hanno ritenuto che io a metà tempo fossi più produttiva di Quattrini a tempo pieno”.

Presente alla seduta del Consiglio A. G., un ragazzo di 14 anni, appassionato di politica: “Da due anni seguo la politica locale tramite i giornali. Prima delle elezioni ho seguito la lista dei giovani A20, andavo ai loro incontri e li sostenevo. Ora scrivo sui social network ad alcuni consiglieri, come D’Angelo, Crispiani, Rubini, per chiedere informazioni".


di Micol Sara Misiti
redazione@vivereancona.it









logoEV
logoEV