contatore accessi free

Busilacchi: Rilancio di Ancona Capoluogo, approvata la Legge delle iniziative Regionali

Gianluca Busilacchi 2' di lettura Ancona 25/09/2013 - Il consiglio regionale ha approvato martedì una proposta di legge bipartisan, primo firmatario il consigliere regionale PD, Gianluca Busilacchi, per il rilancio di "Ancona capoluogo".

Come noto quest'anno cade il 2400esimo anniversario della fondazione della città dorica; l'Assemblea legislativa delle Marche ha inteso celebrare questo importante anniversario del capoluogo regionale, con un atto che però non è solo celebrativo. A fianco di un finanziamento per varie iniziative legate alla ricorrenza infatti, la parte più importante e significativa della legge è quella che prevede una valutazione costi-benefici dell' "essere capoluogo di Regione", una analisi della rete infrastrutturale, di servizi, del trasporto e delle attività produttive e culturali a servizio di tutta la popolazione marchigiana, che consenta poi di istruire la programmazione regionale, imputando ad essa gli oneri che tali funzioni regionali comportano.

"Per troppo tempo si è parlato di un presunto anconacentrismo della regione Marche senza si avvertisse una corrispettiva valorizzazione della città capoluogo. Credo che un capoluogo forte e a servizio di tutta la comunità marchigiana rafforzi tutte le istituzioni e i cittadini marchigiani e ritengo che sia utile superare le contrapposizioni tra Ancona e resto del territorio. A questo proposito una valutazione oggettiva e basata su dati scientifici che consentano di valutare il peso e valore delle funzioni di capoluogo regionale a servizio di tutti i marchigiani, consentirà di istruire la programmazione regionale in modo rigoroso, valutando i maggiori oneri che Ancona si trova a fronteggiare per garantire i servizi a tutta la popolazione marchigiana".

Alcuni dati statistici relativi agli oneri che Ancona subisce in rapporto al suo ruolo regionale: la rete di trasporto pubblico locale - 41 vetture per km/abitante anno e i 116 passeggeri per abitante all'anno dimostrano che la città è un polo fortemente attrattivo di veicoli, passeggeri e quindi traffico dalle 290 matricole del 1969 si è arrivati a 16500 matricole universitarie. ancona sede di 23 istituzioni pubbliche e 14 sedi diplomatiche un porto da 8 milioni di tonnellate di merci movimentate e un transito di 140.000 tir e 1,2 milioni di passeggeri (dati Fondazione Caracciolo 2012)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2013 alle 23:55 sul giornale del 26 settembre 2013 - 1298 letture

In questo articolo si parla di attualità, gianluca busilacchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Sgd





logoEV
logoEV