contatore accessi free

Il Turismo marchigiano in Russia, Spacca annuncia un volo settimanale Ekaterinburg-Ancona tra le novità

3' di lettura Ancona 22/10/2013 - Un volo con cadenza settimanale da Ekaterinburg all’Aeroporto delle Marche, il progetto discusso ieri con la Regione di Sverldosk e la città di Ekaterinburg. Lo ha presentato il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, martedì mattina a Mosca nel corso della conferenza stampa di lancio delle iniziative di promozione turistica del sistema Marche nell’Anno Incrociato del Turismo Italia-Russia, dell’offerta turistica marchigiana e del programma promozionale Buona Italia Marche.

Altissimo l’interesse della stampa e degli operatori russi per la proposta turistica illustrata dalle Marche, regione alla quale l’Ambasciata italiana a Mosca ha affidato il compito di avviare le attività promozionali nell’ambito dell’Anno incrociato del Turismo Italia-Russia.

All’incontro, cui hanno preso parte circa 50 testate giornalistiche, hanno partecipato accanto al presidente Spacca, l’ambasciatore italiano in Russia Cesare Maria Ragaglini, Domenico di Salvo direttore dell’Enit Mosca, Maurizio Forte direttore Ice Mosca, Andrej Kovaliov editore di Buona Italia, Adriano Dell’Asta dell’Istituto italiano di Cultura. “Il mercato russo – ha detto il presidente Spacca – è di una importanza straordinaria, non solo per i prodotti del manifatturiero, ma anche per il settore turistico. Quantità unita a qualità del turista russo, fanno di questo Paese uno dei più interessanti per la promozione del nostro territorio. I flussi turistici verso le Marche sono in costante crescita (+72% nei primi 8 mesi di quest’anno) e la Regione vuole dunque insistere e rafforzare la propria azione promozionale in quest’area. Il volo Mosca-Aeroporto delle Marche avviato nell’estate 2013 ha contribuito ad incrementare le presenze russe nella nostra regione. Ora guardiamo con particolare interesse alla terza città russa per importanza, Ekaterinburg, candidata ad ospitare Expo 2020”.

Spacca ha illustrato alla stampa russa i tanti “turismi” che le Marche possono vantare, le bellezze della costa e dell’entroterra; le suggestioni dei borghi storici e dei beni culturali; musica, lirica e letteratura; le possibilità dello shopping tour e degli outlet; l’enogastronomia, il turismo di meditazione, lo sport ed il relax offerto dal sistema termale regionale. Tutti segmenti di particolare interesse per il turista russo, big spender tra tutti i turisti del mondo.

E’ entrata così nel vivo la missione istituzionale ed economica delle Marche in Russia, organizzata in collaborazione con l’Enit per l’avvio dell’Anno incrociato del Turismo Italia-Russia. Ieri Spacca ha incontrato il governatore Eugeny Kujvashev, che il presidente ha invitato alla Giornata delle Marche che si svolgerà a San Benedetto del Tronto il 10 dicembre, e il sindaco di Ekaterinburg Eugenj Roizman. Al centro degli incontri, naturalmente, i flussi turistici nell’Anno incrociato. Stasera, poi, il clou della proposta del Made in Marche a Mosca: in programma l’evento di apertura ufficiale dell’Anno incrociato, affidato alla nostra regione, con il lancio del Festival Buona Italia–Marche.

Il Festival, giunto alla sesta edizione, da oggi al 27 novembre proporrà in Russia il meglio della cucina italiana: antiche ricette, gusti dimenticati, sapori di un tempo, con il coinvolgimento di 50 ristoranti italiani in 5 diverse città. Mosca, San Pietroburgo, Sochi, Ekaterinburg e Samara: questi i luoghi che aderiranno alla manifestazione, inserita nell’ambito dell’Anno incrociato del Turismo, organizzata dalla rivista Buona Italia in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Mosca, il Ministero italiano degli Affari Esteri, il Ministero italiano dello Sviluppo Economico, le Camere di Commercio italiane, la Camera di Commercio italo russa e l’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche. Fra conferenze, convegni, manifestazioni, incontri B2B e degustazioni, in ogni città i ristoranti che aderiscono all’iniziativa prepareranno particolari menu, dando la possibilità ai clienti di conoscere più da vicino le prelibatezze italiane.

L’edizione 2013 vede la presenza, in un ruolo da protagonista, della Regione Marche. All’evento di questa sera, realizzato con la collaborazione dei produttori agroalimentari marchigiani, prenderanno parte rappresentanti delle istituzioni italiane e russe (Ice, Enit, Confindustria Mosca, Camera di Commercio italo-russa, ecc.), testate di carta stampata e Tv, opinion leader e opinion maker.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2013 alle 18:28 sul giornale del 23 ottobre 2013 - 1851 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, turismo, Russia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Tso





logoEV
logoEV