contatore accessi free

Trasporto pubblico: Mancinelli 'Ipotizzare un taglio di corse è fuorviante. Si tratta di una riorganizzazione'

6' di lettura Ancona 11/12/2013 - Edilizia residenziale pubblica con interventi in corso per la costruzione di 305 alloggi. 60 mila euro per la manutenzione delle strade ed in dirittura d'arrivo, in consiglio comunale per l'approvazione, il piano urbano del Trasporto pubblico locale. Mancinelli 'Ipotizzare un taglio di corse è fuorviante. Si tratta di una riorganizzazione'

TPL. Pronto il piano del Comune di Ancona per il trasporto pubblico locale collegata al piano triennale trasporto pubblico regionale. L'amministrazione ha affidato a l'ing. Stefano Perilli il progetto. Una proposta, questa, che la giunta discuterà in sede di Consiglio comunale ed in particolare nella seduta del 20 dicembre. La necessità era quella di integrare il servizio urbano locale anche con quello extraurbano (anche questo in via di definizione) con diversi obiettivi quale ottimizzazione, no agli evasori fiscali, ma soprattutto tagliare, in termini di riorganizzazione, o comunque incentivare la fruizione di alcune tratte.

Con la riduzione del finanziamento da parte della Regione la situazione del comune di Ancona ha avuto una ricaduta in termini di km a disposizione per far viaggiare i mezzi. "Siamo andati ad agire dove le corse e le linee sono meno richieste - ha dichiarato Perilli - mentre abbiamo potenziato le scorse strategiche. Ma abbiamo cercato di non penalizzare le fasce sociali più deboli. "Vogliamo riuscire a monitore un particolare fattore - ha precisato l'Ingegnere Perilli - ovvero quanti utenti utilizzano quel servizio secondo vari criteri: fasce orarie, categorie che ne usufruiscono ecc... "

Un "quadro" della situazione, dunque, che apre alla possibilità di modifiche anno per anno in base alla città che varia. La Regione ha finanziato il servizio urbano per circa 7 milioni (3 milioni 248 mila km).

L'efficacia subentrerà dal 2014 in poi su dati del 2013 forniti da Conerobus. Il programma e tarato su base annuale e validità pluriennale. Ed il confronto con la Regione dovrebbe avvenire nei primi mesi del 2014.

"Ipotizzare un taglio di corse, ma è fuorviante - ha dichiarato il Sindaco Mancinelli sul piano urbano del tpl- la si deve pensare piuttosto in termini di riorganizzazione del servizio. Perché qualche corsa potrebbe aumentare mentre altre diminuire. Se dopo cena nella zona universitaria anziché a era una corsa ogni ora fino alle 10.30, diminuiamo le corse, ma magari le facciamo arrivare fino alle 2. Mentre in altre afa se orarie di punte frequenze più breve, mentre altre più lunga. Il servizio precisa la Mancinelli cambierà".

Diverse linee portanti come l'1/4 o quelle che portano a Torrette e Tavernelle non saranno toccate, ma semmai aumentate. Mentre le linee di interscambio come quelle di P. Ugo bassi e le lineeche arrivano dalle frazioni con molta probbailità potranno essere integrate con dei cambi per ottimizzare il servizio. E ora si attende la definizione del programma di esercizio urbano ed extraurbano, così incrociando i dati si avranno ulteriori dettagli.

Aumenterà la tariffa il costo di biglietto? Ancora non è certo. Ma uno degli obbiettivi sarà ridurre al minimo il contrasto all'evasione, i cosidetti 'Portoghesi'. "Comunque ad Ancona, stando ai dati Conerobus, - ha spiegato Perilli - non emerge una evasione cosiddetta spiccata, non è il tema più urgente, ma è stato più urgente razionalizzare il problem"a. Il conteggio dei passeggeri sarà uno delle prossime novità. Esiste, infatti, un sistema di rilevazione dei passeggeri che si stanno istallando adesso in Regione con i fondi europei.

Per quanto concerne poi la riqualificazione piazza Cavour il progetto è stato approvato. "Stiamo ragionado - ha precisato l'ass. Urbinati - su un obiettivo strategico da rimozione del capolinea dell'extraurbano da piazza Cavour. O traslocarlo da una'altra parte della città o in più punti.

Sfratti. Risponde l'assessore Urbinati sull'episodio di sfratto avvenuto martedì ad Ancona. "Nell'episodio dello sfratto il comune di Ancona non c'entra: è avvenuto da parte delle Erap. Abbiamo avuto un incontro con il centro sociale e la prossima settima ne avremo un altro. L'edilizia residenziale pubblica non è oggi per il domani, ma nel tempo darà risposte. Le situazioni emergenziali fanno capo ad altre situazioni. Non possiamo scavalcare la graduatoria per gli alloggi pubblici, vi sono oltre le famiglie che stanno attendendo in fila e non possono essere scavalcate. Ma alcune risposte le abbiamo date: solo qualche mese, nell'emergenza, abbiamo fatto un bando per gli sfrattati ed assegnato 8 alloggi e stanziato un fondo di trenta mila euro".

Interventi in corso, inoltre, per la costruzione di 305 alloggi residenziali pubblici. "Non credo che questo piano di investimento per quasi 50 milioni di euro in residenza pubblica - ha dichiarato Urbinati - esista in città come quelle di oltre 100 mila abitanti, come Ancona".

Mancinelli dice basta alle polemiche di Sel. "Sel fa assemblee sul tema e sbandiera a tutti che non siamo venuti - ha detto la Mancinelli che replica - stiamo lavorando". A riguardo le viene incontro anche l'ass ai servizi sociali Emma Capogrossi. "Per emergenze, sfratti particolari siamo intervenuti. Situazioni di salute o famiglie con minori"

"Ci stiamo prendendo cura anche dei senza tetto. Siamo l'unici nella Regione ad accogliere tutto l'anno e non solo nell'emergenza freddo i senza fissa dimora". 'Un tetto per tutti' ad Ancona raccoglie 20 uomini che all'occorrenza abbiano bisogno di un posto dove adare a dormire lontano dalla strade ed a questi si aggiungono altri posti nell'emergenza freddo"

Domani tutto pronto, intorno alle 16.30, palazzaccio di Posatora per la demolizione che vedrà presenti Giunta e Sindaco al completo. Una ruspa darà il primo segnale con tutta la gente di Posatura e poi seguirà una assemblea aperta al circolo Belvedere. Nè mancano le opere di manutenzione. L'ass ai lavori pubblici Stefano Foresi: "Stanziati fondi per 60 mila euro per effettuare lòe manutenzioni. Si partirà dall'asfaltatura dell'asse nord, dopo la curva di brecce bianche, ma anche corso Stamira, via Simeone fino a piazza Roma. Nè sarà esclusa via de Gasperi, Piazzale europa e via Raffaello Sanzio. Già partiti, invece, i lavori sui marciapiedi tra cui via Martiri della Restitenza e segnaletica orizzontale in via Flaminia partirà a breve. In tutto quattro lotti e progressivamente, "sperando - ha dichiarato Foresi - che le temperature non facciano scherzi abbassandosi" a quel punto non si potrà lavorare. partirà a breve. Pronto anche la lista di 160 spalatori che nell'occorrenza serviranno al comune.

Mancinelli ritorna, dopo un consiglio comunale infuocato, sulla questione Pergolesi e pretende da una parte dell'opposizione una risposta chiara. "Invito Sel, forza Italia e Movimento 5 stelle a dire, poichè non hanno riposto alla mia domanda, oltre alla volonta di stanziare 450 mila euro per il 2014 da parte del Comune, cosa pensano ancora il comune debba fare: dovrà stanziare ancora fondi dal 2015 in poi fino a che non ci mettano i soldi lo Stato?".






Questo è un articolo pubblicato il 11-12-2013 alle 18:45 sul giornale del 12 dicembre 2013 - 1470 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/VRD





logoEV
logoEV
logoEV