contatore accessi free

Ancona: Pizzi, 5 per mille al comune di Ancona 'Dilettanti allo sbaraglio'

Simone Pizzi, vice presidente Consiglio Comunale 1' di lettura Ancona 08/02/2014 - "Ogni giorno ha la sua pena recita un detto ma la scia continua di gaffe che le Amministrazioni comunali guidate dal PD stanno collezionando è davvero mortificante per una città totalmente svalutata come è divenuta la nostra amata Ancona". Così il Vice Presidente del Consiglio Comunale Simone Pizzi in relazione alla presunta intenzione, vietata dalla Legge, di coprire le buche della città con il 5 per mille sottraendolo così alle Associazioni no profit.

Il bello, del tutto ironica questa definizione, è che l'Assessore al Bilancio, è evidente, non si sia nemmeno peritato di andare a vedere che la Legge di stabilità per il 2014 prevede un tetto annuo massimo di 400 milioni di euro da destinare a livello NAZIONALE e per una molteplicità di soggetti, compresi gli 8058 Comuni italiani... Pertanto la quota riservata ad ogni Comune, tra cui Ancona, è di somme assolutamente inferiori a quelle preventivate dal Sindaco.

La verità è che Amministratori non ci si improvvisa e quindi la Città di Ancona langue nella sua Amministrazione proprio perché sconta la superificialità e finanche l’arroganza di una Amministrazione che non riesce a mettere, supper nelle difficoltà generali, a valore quanto di buono Ancona può offrire e ricorre, vedi il caso dell’IMU portata al suo massimo, alla nota formula del “tassa e spendi” tipica del modo di operare della sinistra più retrograda.


da Simone Pizzi
      Vice Presidente del Consiglio comunale di Ancona





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2014 alle 20:25 sul giornale del 09 febbraio 2014 - 1767 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/YcP





logoEV
logoEV