contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Anche Medici Senza Frontiere al Festival Adriatico Mediterraneo con la mostra fotografica sui migranti

1' di lettura
951

migranti

Anche quest'anno MSF è presente all'importante appuntamento di Adriatico Mediterraneo, con un convegno e una mostra fotografica per illustrare la campagna #milionidipassi, lanciata a marzo di quest'anno con l'intento di accendere i riflettori sul più grande esodo mai verificatosi dal secondo conflitto mondiale.

In prima linea nel soccorso e nell'assistenza medico-sanitaria alle migliaia e migliaia di migranti sbarcati sulle coste italiane, Medici Senza Frontiere ha scelto il ricco e stimolante contesto socioculturale di Adriatico Mediterraneo per raccontare le storie di un'umanità in fuga dalla guerra e dalla miseria e suscitare confronti e riflessioni su un fenomeno destinato a modificare gli assetti sociali ed economici di interi paesi, un fenomeno di cui si parla moltissimo, ma spesso dimenticando la dimensione strettamente umana, il dramma e la sofferenza di chi ne è suo malgrado protagonista.

Significativo a questo proposito è il titolo scelto per il convegno "#MILIONIDIPASSI: UN POSSIBILE PONTE PER LE POPOLAZIONI IN MOVIMENTO", che vede tra i relatori il Presidente di MSF Italia, Loris De Filippi, il Presidente del Gruppo Umana Solidarietà Giovanni Lattanzi e il giornalista Stefano Galieni, coordinatore di redazione del Corriere on line delle Migrazioni. Linda Cittadini, giornalista di E'TV MARCHE coordinerà gli interventi, che saranno intervallati da letture di testimonianze di migranti, a cura di Martina Sulpizi, volontaria del Gruppo MSF di Ancona. La mostra fotografica, che dà la rappresentazione emotiva dei "milioni di passi" e del lavoro di MSF, sarà inaugurata il prossimo 30 agosto e sarà visibile fino al 5 settembre, a partire dalle ore 18.00.

Per informazioni: info.ancona@rome.msf.org - tel. 345.0432779 Facebook:www.facebook.com/msf.ancona



migranti

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-09-2015 alle 14:46 sul giornale del 02 settembre 2015 - 951 letture