contatore accessi free

Falconara ed Ancona, esalazioni Api: 16 avvisi di garanzia

raffineria di Priolo 1' di lettura 17/05/2018 - Le oltre mille denunce sporte da cittadini e non solo non sono rimaste inevase dopo le ultime esalazioni maleodoranti. La procura notifica 16 avvisi di garanzia ai vertici dello storico stabilimento falconarese

I militari della Tenenza Carabinieri di Falconara Marittima, unitamente a quelli del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Ancona, sotto la direzione del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, Dott.ssa Irene Adelaide Bilotta, giovedi 17 maggio 2018, a seguito delle esalazioni provocate dalla Raffineria Api di Ancona, hanno provveduto a notificare 16 (sedici) avvisidi garanzia ai vertici dello stabilimento falconarese.

I reati ipotizzati vanno da “emissione di esalazioni nocive e moleste” a “inquinamento ambientale colposo” nonché lesioni personali derivanti di questi reati.

A causa del rilevante numero di parti offese nel procedimento iscritto, la Procura di Ancona ha disposto l’esecuzione della notifica per pubblici annunzi e mediante deposito nelle case comunali di Ancona e Falconara Marittima. Si ricorda che, per il citato evento, manifestatosi nella seconda decade dell’aprile scorso, la Tenenza Carabinieri raccolse più di mille atti di denuncia-querela da parte della popolazione.








Questo è un articolo pubblicato il 17-05-2018 alle 18:03 sul giornale del 18 maggio 2018 - 2155 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, falconara marittima, raffineria, vivere ancona, avvisi di garanzia, esalazioni, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, Priolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aUFC