Bilancio annuale della Polizia Municipale: in un anno 6 milioni di contravvenzioni e 12 mila interventi

3' di lettura Ancona 26/03/2019 - Da aprile aperto il bando di concorso per 15 nuovi Agenti

Un anno di attività intensa quello del corpo del corpo della Polizia Municipale di Ancona. Ad un organico sempre più ridotto da pensionamenti e dimissioni con le nuove assunzioni bloccate dai tempi burocratici hanno obbligato la Comandante Liliana Rovaldi a nuove gestioni e razionalizzazione nell'impiego dei suoi Agenti: “La priorità era mantenere gli Agenti in servizio sulle strade della città, perchè è questo quello che ci chiedono i cittadini”. Un'operazione che ha però richiesto una nuova organizzazione degli uffici, già impegnati della Polizia Municipale. “È stato un significativo miglioramento potenziare il Front Office, eliminando così gli orari di apertura al pubblico dei singoli uffici”. Sono stati anche eliminati singoli settori, accorpando le competenze di ambiti come quello del commercio o dell'infortunistica, tutto per tenere più agenti possibili in servizio esterno.

“Le nuove assunzioni sono oggi una certezza. Potenzieremo il personale sul territorio e la figura del Vigile di Quartiere, già presente ma soggetta a turnazione” spiega il Comandante Rovaldi. “Anche la Centrale Operativa, in funzione 24 ore su 24, con turni di cambio sul posto, verrà rinforzata. Una attività importante che ha visto nel 2018 arrivare 12 990 richieste di intervento al nostro centralino” Fondamentali anche le pattuglie sul territorio, in particolare per l'attività inerente agli incidenti stradali. Oggi in forza alla Polizia Municipale ci sono 2 volanti, per un totale di 4 agenti impegnati ogni turno. Se gli Agenti non riescono a coprire tutte le richieste intervengono però le altre Forze di Polizia. Un ambito di intervento importante insieme a quello dei controlli di polizia stradale, che ha visto gli Agenti dorici accertare 12 559 sanzioni per eccesso di velocità e 11 per guida in stato di ebrezza o alterazione da sostanze stupefacenti. Sanzioni che vanno a contribuire agli oltre 6 milioni di euro.

6 184 000 euro per la precisione, frutto di 66 375 infrazioni. Il contributo più elevato viene dalle sanzioni per sosta irregolare, per un numero di 20 468. “È importante far rispettare le regole, una questione di rispetto anche per gli altri cittadini. Ho chiesto ai miei colleghi di essere intrasingenti per quanto riguarda le sanzioni su macchine parcheggiate su passaggi pedonali (566 casi), su marciapiede (2 385 casi) o per sosta abusiva nei posti riservati agli invalidi (667 casi). Questo non per fare cassa, ma nel rispetto delle regole, del prossimo e dei valori civici”.

Ad aiutare il lavoro della Polizia Municipale contribuisce anche il sistema di video sorveglianza, recentemente implementato dal Comune e che conta ad oggi 150 mila telecamere attive. A presentare l'Assessore alla sicurezza Stefano Foresi: “Sono 5 anni che il comune è attivo in questo ambito. Lunedì sono state collaudate 33 telecamere in 12 siti e dall'11 marzo sono attive le telecamere tra Piazza Ugo Bassi e via Scrima. Sono state installate 40 telecamere in un anno, per un totale di 150 in tutto il territorio di Ancona. Oggi le camere riprendono 24 ore su 24 e le loro registrazioni sono fondamentali per il lavoro della Polizia Municipale, ma il progetto per il futuro e riuscire a collegarle in tempo reale con la Sala Operativa della Questura, così da avere in ogni momento un occhio vigile sulla città”.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 26-03-2019 alle 15:00 sul giornale del 27 marzo 2019 - 531 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5LP





logoEV