POR Marche FSE 2014-2020: 15 milioni di euro per il sostegno alla creazione di impresa

3' di lettura Ancona 23/05/2019 - E’ on line l’Avviso Pubblico della Regione che destina 15 milioni di euro alla creazione di nuove realtà produttive o di servizio con sede legale e/o operativa nelle Marche, in grado di creare anche nuova occupazione. Possono presentare domanda di finanziamento i residenti o domiciliati (da almeno 3 mesi) nella regione, disoccupati ai sensi del D.Lgs n. 150/2015 con un’età minima di 18 anni.

L’assessore al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione Loretta Bravi questa mattina nel corso di una conferenza stampa ha ricordato che si tratta della terza riproposizione del bando che negli anni 2016-2017 con 13 milioni di euro complessivi stanziati ha permesso l’avvio di 445 nuove imprese in particolar modo nella manifattura, nel turismo e nella ristorazione per un totale di 850 nuovi posti di lavoro. Ha sollecitato gli interessati a presentare le domande quanto prima visto che si tratta di un bando a “sportello” e quindi fino ad esaurimento risorse ed ha evidenziato come i numeri dimostrino l’importanza di questo provvedimento che si rivolge ai giovani e meno giovani disoccupati e può essere utilizzato in tutti i settori. L’assessore ha concluso sottolineando che la Regione Marche, sempre nel solco della tradizione manifatturiera, si sta impegnando particolarmente nell’innovazione delle imprese con l’obiettivo di mantenere l’eccellenza dei prodotti e di garantire il massimo sostegno all’occupazione.

Le imprese che saranno finanziate devono costituirsi successivamente alla data di pubblicazione dell’Avviso pubblico sul BURM e dopo la presentazione della domanda di finanziamento. Potranno essere finanziabili anche i liberi professionisti e gli studi professionali. I contributi saranno concessi per un importo fino ad un massimo di 35.000 euro.

Le domande potranno essere inviate entro la data del 31.12.2021 (fatto salvo l’ esaurimento delle risorse prima della data di scadenza) esclusivamente dal soggetto richiedente per via telematica utilizzando il formulario presente nel sistema informatico SIFORM2 all’indirizzo internet https://SIFORM.regione.marche.it

L’avviso è pubblicati nel sito della Regione Marche

http://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Avvisi-Pubblici/Dettaglio-avviso/id_20201/2002

Successivamente all’ammissione a finanziamento dei richiedenti saranno definiti i beneficiari che sono le nuove realtà costituite (imprese e gli studi Professionali, Singoli e/o Associati e/o dei Liberi professionisti), alle quali verrà erogato il contributo spettante.

Potranno essere ammesse a contributo le nuove imprese che hanno i seguenti requisti:

- costituite DOPO la pubblicazione dell’Avviso sul BURM e dopo l’invio della domanda di contributo da parte del richiedente.
- appartenenti a tutti i settori economici ad eccezione di quello agricolo
- di tutte le forme giuridiche e (individuali, società cooperative ecc) compresi gli Studi Professionali, Singoli e/o Associati e/o Liberi professionisti (intesi come singole realtà organizzative, nelle quali un numero di persone fisiche pari o superiori ad uno, gestiscono anche in forma associata, a prescindere dalla forma giuridica adottata, un’attività economica”):
- aventi sede legale e/o operativa nel territorio regionale ed in particolare nella provincia di residenza (è in ogni caso indispensabile, ai sensi dell’art. 23 della L.R. 2/2005, che l’impresa beneficiaria abbia almeno una sede operativa nel territorio regionale)

Ai fini dell’erogazione del contributo le imprese Studi Professionali, Singoli e/o Associati e/o Liberi professionisti devono:

- essere iscritti alla Camera di Commercio, con apertura posizione INPS e INAIL, e che abbiano presentato comunicazione di inizio attività presso il Comune della Regione Marche in cui risiede l’impresa ed siano state avviate

L’avviso pubblico prevede che l’agevolazione concedibile possa essere costituita da un contributo, da erogare in regime “DE MINIMIS” ai sensi del Reg. UE 1407/14 o “IN ESENZIONE”, ai sensi del Reg. UE 651/2014. Viene lasciata alle imprese beneficiarie la possibilità di optare per uno dei due regimi possibili. Pertanto i beneficiari possono decidere di richiedere il finanziamento a seconda del regime prescelto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2019 alle 15:22 sul giornale del 24 maggio 2019 - 826 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, finanziamenti, impresa, bando, Por Marche Fse 2014-2020, Creazione di impresa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7OW