Dalla Politecnica alla Silicon Valley: dottore di ricerca vince una competizione sull’intelligenza artificiale

2' di lettura Ancona 09/08/2019 - Alex Mircoli neo Dottore di ricerca della Politecnica ha vinto il primo premio in una competizione sull’Intelligenza Artificiale promossa da un’azienda della Silicon Valley.

Alex Mircoli, neo Dottore di Ricerca in Ingegneria dell’Informazione presso l’Università Politecnica delle Marche, ha vinto il primo premio nell’edizione 2019 della competizione Loop Q Prize 2019. La competizione è stata promossa da Loop AI Labs, un’azienda americana che opera nella Silicon Valley ed è specializzata nel settore delle soluzioni per l’automazione intelligente in ambito industriale attraverso tecnologie di cognitive computing.

L’obiettivo della competizione è quello di attrarre l’attenzione di studenti e giovani ricercatori particolarmente brillanti verso le tecnologie cognitive per favorire l’adozione di soluzioni innovative basate sull’Intelligenza Artificiale, il Machine Learning e il Deep Learning. Alla competizione hanno preso parte 42 studenti e giovani ricercatori provenienti da tutta Italia.

Al termine della fase di qualificazione sono stati selezionati i migliori 12 partecipanti che hanno avuto modo di cimentarsi in una fase finale dove hanno potuto proporre delle loro soluzioni innovative per risolvere specifici problemi di Intelligenza Artificiale. Alex Mircoli ha proposto una soluzione innovativa per la generazione automatica di recensioni riassuntive prodotte automaticamente a partire da un numero enorme di recensioni reali fornite dagli utenti. Il sistema proposto da Mircoli è in grado di restituire dei modelli accurati attraverso rappresentazioni opportune dei dati minimizzando l’intervento umano durante tutta l’elaborazione.

Alex Mircoli ha conseguito il Dottorato di Ricerca presso l’Università Politecnica delle Marche nel Marzo 2019 discutendo una tesi dal titolo “Lexicon- and Learning-based Techniques for Emotion Recognition in Social Contents” sotto la supervisione del Prof. Domenico Potena e della Prof.ssa Claudia Diamantini. I due professori si sono dichiarati estremamente soddisfatti del risultato di Mircoli che testimonia come dall’Università Politecnica delle Marche si possano intraprendere dei percorsi in svariati settori dell’Ingegneria Informatica (Programmazione Avanzata, Intelligenza Artificiale, Data Science, Cybersecurity) ottenendo dei risultati di altissimo prestigio.

La vittoria di Mircoli, infatti, non è un fatto isolato ma si colloca a valle di altri due riconoscimenti importanti ottenuti in questo anno accademico dal Gruppo di Ingegneria Informatica dell’Ateneo, ovvero la scelta, da parte di Microsoft, dell’Università Politecnica delle Marche come università pilota per l’Italia nell’ambito di un percorso di e-learning sul cloud, e la classificazione dell’Università Politecnica delle Marche al sesto posto assoluto nella CyberChallenge, una gara di Cybersecurity aperta a tutti gli Atenei Italiani. Il primo premio vinto da Alex Mircoli consiste in un assegno da 5000 euro e in un soggiorno di tre mesi nella Silicon Valley presso l’azienda Loop AI Labs.

Per la cronaca al secondo posto nella competizione si è classificato uno studente dell’Università di Catania e al terzo posto, ex aequo, uno studente dell’Università di Bari e uno studente dell’Università di Pavia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2019 alle 20:01 sul giornale del 10 agosto 2019 - 599 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, università politecnica delle marche, ancona, univpm

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0At





logoEV