Jesi: Castelbellino: l'aggressore dell'anziano accusato di tentato omicidio

1' di lettura Ancona 18/10/2019 - Aggiornamenti e particolari dell'aggressione shock dell'anziano avvenuta in via Fornace a Moie.

Venerdì i Carabinieri della Compagnia di Jesi hanno tratto in arresto un 66enne di Castelbellino per tentato omicidio ai danni di un 83 enne concittadino.

All’alba di ieri l’Aliquota Radiomobile è intervenuta a Castelbellino Stazione a seguito di segnalazione di una persona appena aggredita.

Giunti subito sul posto trovavano la vittima con diverse ferite da arma da taglio e i sanitari che la medicavano.

Le indagini subito attivate ed incessanti, hanno consentito di rinvenire l’arma del delitto consistente in un coltello da cucina con lama liscia spezzato a metà: la lama veniva rinvenuta nel luogo dell’aggressione mentre il suo manico poco distante, gettato in un prato.

Grazie alla rapidità degli accertamenti dei carabinieri della Stazione di Moie di Maiolati Spontini è stato possibile individuare il responsabile dell’aggressione e trarlo in arresto per il reato di tentato omicidio poiché le ferite riportate dall’ 83enne interessavano parti vitali del corpo.

Il Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Ancona, condividendo l’attività investigativa svolta dai Carabinieri, disponeva la traduzione in carcere dell’arrestato.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 18-10-2019 alle 17:55 sul giornale del 19 ottobre 2019 - 909 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbQp





logoEV
logoEV