Confprofessioni aderisce all’accordo tra Regione e parti sociali sulla Cig in deroga che va beneficio anche degli studi professionali

1' di lettura Ancona 30/03/2020 - Confprofessioni Marche aderisce all’accordo tra Regione e parti sociali sulla Cassa integrazione in deroga relativa alle misure di sostegno al reddito per l’emergenza Coronavirus: “Abbiamo aderito all’accordo del 20 marzo scorso sugli ammortizzatori sociali in deroga – dichiara il presidente Gianni Giacobelli -, che a nostro avviso risponde complessivamente alle esigenze dei molti soggetti, ivi inclusi gli studi professionali, operanti sul territorio che per vari motivi non possono accedere alle misure ordinarie di intervento.

In particolare, guardiamo con favore allo sforzo fatto per semplificare, ove è stato possibile, le procedure di fruizione dell'intervento, auspicando ora da parte di tutti i soggetti coinvolti nelle procedure stesse un'interpretazione coerente con il momento di straordinaria gravità che gli operatori economici, come tutta la popolazione, stanno affrontando”.

I professionisti, infatti, a partire da quelli sanitari, hanno un ruolo cruciale: “Gli studi professionali – sottolinea Giacobelli -, che anche il recente Decreto del 22/3/2020 ha qualificato quali fonte di servizi essenziali per affrontare l'emergenza, sono anche ora in prima linea nel supportare il sistema economico e sociale marchigiano".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2020 alle 11:11 sul giornale del 31 marzo 2020 - 178 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, Confprofessioni, Confprofessioni Marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biFA





logoEV
logoEV