Jesi: Maiolati Spontini: giunta la qualifica di “Città che legge”

Aperitivi letterari alla biblioteca La Fornace di Moie 4' di lettura Ancona 08/07/2020 - Al via la rassegna “Incontri con gli autori”, da giovedì 9 luglio.

Maiolati Spontini ha ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2020/2021.

È uno dei trecento Comuni italiani, fra i 5.000 e il 15.000 abitanti, ad aver ricevuto il riconoscimento assegnato dal Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’Anci, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani. Si tratta di una conferma, visto che Maiolati Spontini era entrato nell’elenco anche nel biennio 2011/2012.

La qualifica viene assegnata a quelle Amministrazioni che si impegnino a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio. Attraverso la menzione “Città che legge” «si riconosce e si sostiene – è scritto nella motivazione – la crescita socio-culturale delle comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva».
Il sostegno si concretizzerà in bandi, cui possono accedere solo i vincitori della qualifica.

Intanto la biblioteca torna a ospitare eventi e iniziative pubbliche.
Oltre ai “Martedì da favola”, con letture ad alta voce per bambini fino a sei anni (con merenda a € 3,50 facoltativa al Caffè letterario), parte da giovedì 9 luglio la rassegna “Aperitivi letterari”: incontri con gli autori, uno a settimana, per presentare volumi di recente uscita. Le presentazioni iniziano alle ore 20,30 ma prima di ogni incontro, alle ore 19,30, il Caffè Letterario organizza un aperitivo al costo di 5 euro.

In base alle normative legate al Coronavirus, occorre prenotare sia per partecipare agli incontri che all’aperitivo.

L’appuntamento di giovedì 9 luglio avrà al centro il libro dal titolo “Pensieri nascosti”, delle autrici Elena Coppari e Silvana Salati.
Si proseguirà giovedì 16 luglio con “Colonne d'Ercole. L'ultimo viaggio della Maschera di Ferro”, di Pelagio d'Afro. Un libro originale che si interroga su chi sia davvero la Maschera di Ferro. Di quali pericolosi segreti è a conoscenza? Qualunque sia il suo mistero bisognerà oltrepassare le Colonne d’Ercole per svelarlo. Pelagio D’Afro è un autore collettivo composto da Giuseppe D’Emilio, Arturo Fabra, Roberto Fogliardi e Alessandro Papini. Alla loro quarta pubblicazione presentano un romanzo storico dai risvolti gialli.
Giovedì 23 luglio sarà la volta di "Diario di guerra. Secondo Moroni (Jesi, 27/03/1918 - Fronte russo, 20/02/1942)” di Cristiano Coppa. L’autore, insegnante jesino, narra le gesta del prozio, il caporale Secondo Moroni, che cade sul fronte russo a 23 anni lasciando un diario nel quale esprime il proprio mondo interiore e la sua esperienza di guerra. Ci racconta il freddo, la fame, il dolore causato da un conflitto assurdo, la nostalgia delle persone care, la fede, i sogni.
Giovedì 30 luglio sarà presentato il libro “Marche d’autore – i Personaggi”. Il secondo volume della collana è uno spaccato della regione e vuole mettere in risalto alcuni dei personaggi – sia storici che contemporanei - più significativi e caratteristici del territorio. L'obiettivo: far conoscere tutti quegli uomini e quelle donne che hanno tenuto e tengono alto il nome delle Marche, attraverso racconti inediti e poesie di autori marchigiani. Un libro scritto da marchigiani, nato nelle Marche e che parla della regione al plurale.

Mercoledì 5 agosto un altro volume che racconta il territorio: “Un libro di storia raccontata dalla gente”, scritto dal Gruppo Moje14, che nasce nel 2014 con una pagina facebook per raccogliere foto relative alla storia di Moje. Le oltre 1000 foto sono state pubblicate in un libro “Moje, storia di un paese per immagini”. Successivamente il Gruppo decide di realizzare un libro di racconti “Moje si racconta. Memorie e ricordi del Novecento” in cui molti paesani raccontano le loro storie nel paese, nelle guerre (d’Africa, di Russia, a cavallo della seconda guerra mondiale) e nel secondo dopo guerra, fino alla fine del Novecento.

Per partecipare agli incontri occorre prenotare al numero 0731/702206 negli orari di apertura della Biblioteca. Per prenotare l’aperitivo occorre invece chiamare il Caffè Letterario.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2020 alle 10:42 sul giornale del 09 luglio 2020 - 191 letture

In questo articolo si parla di comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, aperitivi letterari, comunicato stampa





logoEV