Uscita dal porto, Confartigianato rivendica la velocizzazione delle opere, a partire da via Mattei

Porto di Ancona 3' di lettura Ancona 28/07/2020 - Molto positivo il lavoro del Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, afferma Marco Pierpaoli Segretario Generale di Confartigianato An-Pu che ha riunito il tavolo per l’uscita a nord con le parti sociali e con l’intervento di Conte.

Un incontro molto importante che ci auguriamo sia veramente di buon auspicio per la definizione del progetto e l’avvio dei lavori. Il collegamento del Porto all’A14 è atteso da oltre 40 anni. Negli anni 70 ricorda Pierpaoli, un progetto analogo a questo era stato proposto dalla Confartigianato anche in considerazione che il 70% dei traffici era diretto a Nord. Pierpaoli sottolinea l’importanza che i tre progetti presentati dal Sindaco vadano avanti contemporaneamente con la riprofilatura della costa verso Torrette, la bretella di collegamento dal By pass a Torrette passando dietro all’ospedale fino a congiungersi al bivio per la SS 16, e la realizzazione della 4 Corsia della SS 16 da Falconara fino a Torrette, dato che c’è grande necessità di recuperare i decenni perduti e ridare alla città una viabilità urbana meno impattante ed una viabilità portuale distinta ed efficace. Tutto per creare un’autostrada che esce dal porto e raggiunge velocemente, passando fuori dal quartiere di Torrette, il casello A 14 di Ancona Nord.

Gilberto Gasparoni segretario di Confartigianato Trasporti appoggia la proposta del Sindaco di inviare una lettera di sollecito e ricognizione dello stato delle diverse opere per richiederne una velocizzazione delle varie fasi anche alla luce del recente Decreto Semplificazioni che dovrebbe favorire i vari passaggi sia dei progetti che degli appalti. Gasparoni ha ricordato che le procedure di esproprio delle aree per la SS 16 sono partite a settembre ma nulla si è concretizzato. Inoltre Confartigianato ha lamentato che anche gli appalti per il rifacimento della rotatoria sotto l’Asse a Sud nel porto di Ancona, nonostante la consegna dei lavori fatta a marzo ad oggi nulla si muove; stessa cosa per l’appalto per il rifacimento dell’intera Via Mattei con l’individuazione delle aree di sosta fortemente richieste dagli operatori della zona, con la conseguenza che la viabilità di accesso al porto ed al porto turistico è impraticabile e molto pericolosa, tanto che la corsia di uscita sulla Via Mattei non viene più percorsa dagli automezzi che circolano tutti al centro della carreggiata o addirittura sulla corsia opposta.

Insomma Confartigianato chiede interventi concreti e per questa ragione concorda con l’accelerazione che il sindaco intende dare a tutte le procedure. Intervento molto gradito è stato quello del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ha ricordato il suo impegno assunto in occasione della visita lo scorso Febbraio al cantiere Astaldi di Fabriano e poi in primavera ad Ancona ed ora in diretta con gli operatori del porto di Ancona. Impegno che attuerà con tutte le strutture dello Stato che stanno lavorando sui Progetti a partire dall’ANAS ed anche nella ricerca di tutte le risorse necessarie.

Pierpaoli ribadisce l’impegno di Confartigianato nel sostenere tutte le iniziative che si renderanno necessarie per realizzare le infrastrutture viarie e l’impegno di marcare a vista le procedure in atto e la forte volontà di realizzare la nuova viabilità anche per dare risposte alle esigenze degli operatori del Porto di Ancona, alla cantieristica, ed alla città tutta che rischia di soccombere per l’intensità del traffico che attraversa il quartiere di Torrette






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2020 alle 16:46 sul giornale del 29 luglio 2020 - 225 letture

In questo articolo si parla di porto, confartigianato, politica, ancona, porto di ancona, porto dorico, Confartigianato Ancona - Pesaro e Urbino, uscita a nord, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/brQN





logoEV
logoEV