In piazza Cavour contro l'omotransfobia e la misoginia

1' di lettura Ancona 20/10/2020 - Il Comitato Marche Pride con il sostegno di altre associazioni che si occupano di diritti umani, sindacati e singoli cittadini è sceso in piazza sia ad Ancona che a Pesaro per la manifestazione "Dalla Parte Dei Diritti", tenutasi in contemporanea in numerose altre città italiane lo scorso sabato 17 ottobre, nel rispetto delle norme anti Covid.

Siamo fier* nel rivendicare il nostro diritto ad una legge efficace che contrasti l’omolesbobitransfobia e la misoginia, due mali che affliggono il nostro Paese e la nostra comunità. Questo, come detto durante le due manifestazioni marchigiane, comprende sicuramente la revisione dell'emendamento apportato all'art. 3 del Disegno di Legge Zan, il cosiddetto "emendamento salva omofobi e misogini" , in grado di ridurre l'efficacia della legge e di causare grave confusione nella sua interpretazione.

Siamo inoltre fermamente contrariati dalla notizia del rinvio della discussione del DDL Zan alla Camera dei Deputati, ricevuta poco dopo il termine delle manifestazioni. Un rinvio che ha interessato unicamente la legge da noi richiesta, senza influire minimamente sui lavori della Camera. Non ci fermeremo di fronte al menefreghismo della politica, i diritti non possono aspettare!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2020 alle 18:16 sul giornale del 21 ottobre 2020 - 293 letture

In questo articolo si parla di attualità, Marche Pride, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzbx





logoEV
logoEV