A Roma (5-8 Dicembre), su piattaforma digitale, il XXXII Congresso della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS)

2' di lettura Ancona 25/11/2020 - "Il congresso nazionale della SIPPS sarà un momento importante per la ripresa delle attività e delle iniziative innovative, intraprese nel corso del 2020. Sarà anche un appuntamento che metterà in evidenza quello che è stato realizzato a livello intersocietario, con una presentazione a 360° della mission della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS). Per farlo sono state coinvolte 25 società scientifiche e circa 400 autori dei vari documenti".

Così Giuseppe Di Mauro, presidente della SIPPS, presenta - in un comunicato ufficiale della Società - l'appuntamento con il Congresso nazionale, giunto alla sua 32ma edizione, che si svolgerà dal 5 all'8 dicembre sulla piattaforma digitale 'Health Polis'.

"Sono in programma numerosi corsi", spiega il presidente; "molto attuale è quello sul consulto pediatrico telefonico, perchè in questo contesto di pandemia il pediatra passa tantissimo tempo a mantenere i contatti con le famiglie. Così, fornendo indicazioni scientifiche, legali e corrette, mettiamo il medico nelle migliori condizioni di per poter agire meglio".

Oltre ai corsi di varia natura, saranno presentate delle guide pratiche per la categoria (ma anche per i genitori), elaborate a livello intersocietario: sui temi della diagnostica nello studio del pediatra di famiglia, dell'ortopedia pediatrica e della gestione delle malattie croniche,causa di disabilità.

Nel corso del 32° Congresso nazionale saranno svolte anche delle letture magistrali. In particolare, sempre il presidente Di Mauro segnala quella di Elio Cunzolo sul tema "Felicità e Pediatria": che "spiega e trasmette la "mission" della Pediatria preventiva e sociale. Bisogna andare in ambulatorio e in ospedale possibilmente con il sorriso, soprattutto in questo momento in cui le famiglie sono disorientate e spaventate. Noi dobbiamo spiegare, tranquillizzare e dare dei messaggi di conforto, con scienza e coscienza. Dobbiamo dare il nostro contributo con il cuore e il sorriso, solo così possiamo fare del bene alle persone e a noi stessi. Per questi motivi- conclude Di Mauro- invito tutti a iscriversi al Congresso per non perdere dal vivo tutti gli argomenti che affronteremo".


di Fabrizio Federici
redazione@vivereroma.org





Questo è un articolo pubblicato il 25-11-2020 alle 10:46 sul giornale del 26 novembre 2020 - 310 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDjh





logoEV