Prima “puntata” della querela di Netti (Consorzio di Bonifica) contro Giacomo Rossi. Il consigliere gli disse “Torna a potare gli ulivi”

1' di lettura Ancona 02/03/2021 - Martedì presso il Tribunale di Ancona si è svolta la prima udienza riguardante la querela che il Presidente del Consorzio di Bonifica Claudio Netti avanzò mesi fa nei confronti di Giacomo Rossi, ora Consigliere regionale e da anni in prima fila contro la Tassa di Bonifica.

Il Consigliere Rossi; “Il Presidente del Consorzio di Bonifica Claudio Netti mi ha querelato per avergli detto di “tornare a potare gli ulivi”...immaginate Voi a che livello siamo! Cosa c’è di diffamatorio in questa dichiarazione? Prima Netti si gloria che è un agricoltore che pota gli ulivi, poi quando gli si dice di tornare a potare gli ulivi si offende. Ma che offesa è? Non sussiste quindi nessun reato ed in democrazia, ognuno è libero di esprimere le proprie idee”.

Continua Rossi; “Ringrazio i miei avvocati Marco Massei e Milena Luchetti che oggi, nel dibattimento, hanno sollevato l’eccezione di incompetenza territoriale ed eccepito pure che il sostituto avvocato di Netti era sfornito dei poteri necessari per comparire in udienza. Se ne riparlerà l’11 Maggio”. Conclude Rossi; “Netti credeva che con le querele avrei abbandonato la battaglia contro l’illegittima tassa di bonifica? Si sbagliava di grosso”.


da Giacomo Rossi
Capogruppo regionale Civitas-Civici





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2021 alle 15:49 sul giornale del 03 marzo 2021 - 210 letture

In questo articolo si parla di attualità, Giacomo Rossi, consiglio regionale, comunicato stampa, Civitas Civici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQFW





logoEV
logoEV