contatore accessi free

"Aborto farmacologico, una conquista da difendere": al via ad Ancona la nuova campagna della Uaar

1' di lettura Ancona 16/03/2021 - Parte anche nelle Marche, ad Ancona, la nuova campagna dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti a favore della pillola abortiva RU486

Da oggi al via anche nelle Marche, in Ancona, la nuova campagna dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR) “Aborto farmacologico: una conquista da difendere”, che vede come testimonial Alice Merlo, una giovane donna che nei mesi scorsi ha raccontato la propria esperienza in un post su Facebook denunciando che i "maggiori problemi legati all'ivg sono le dinamiche colpevolizzanti, la riprovazione sociale per aver fatto quella scelta, l'imposizione del senso di colpa e del dolore".

Dopo il Lazio e altre regioni, la campagna prende il via oggi anche nelle Marche, nella città capoluogo: con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica in materia di aborto farmacologico, sono stati disposti in diversi punti della città di manifesti affissi e pensiline degli autobus.

L’amministrazione della Regione Marche è stata infatti al centro di un acceso scontro con la cittadinanza civile a causa delle sue posizioni oscurantiste e retrograde in materia di accesso all’ivg; in particolare non vengono e non verranno rispettate le linee guida fornite dal Ministero della Salute e si ha l’intenzione di favorire l’accesso nei consultori familiari ad associazioni “pro-vita”.Così facendo è evidente l’intento di rendere impossibile o quanto meno difficoltosa la ricerca di assistenza e supporto al percorso di interruzione di gravidanza.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2021 alle 16:51 sul giornale del 17 marzo 2021 - 249 letture

In questo articolo si parla di politica, pillola abortiva ru486, comunicato stampa, aborto farmacologico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bSSq





logoEV
logoEV
logoEV