Marcello Baraghini: "Il vero virus è il consumismo compulsivo, difendiamoci con le Maglie della salute mentale"

2' di lettura Ancona 11/07/2021 - Marcello Baraghini, fondatore della casa editrice Stampa Alternativa, che ha pubblicato i mitici libri ''Millelire'' tra cui la celeberrima ''Lettera sulla felicità'' di Epicuro, probibilmente il libro più ventuto in Italia di sempre.

Il libro "Lettera sulla felicità'' di Epicuro, da lei pubblicato, ha avuto molto successo in termini di copievendute. Come mai decise di cambiare il titolo della Lettera a Meneceo in “Lettera sulla Felicità”?

Il titolo è la chiave di accesso al libro, l'elemento che conduce al contenuto. L'attenzione che ho messo per il titolo di Epicuro, superando un titolo didascalico e trovandone uno più mirato al contenuto e nello stesso tempo invitante, ha secondo me contribuito al successo non solo per il numero di copie vendute, ma anche per apprezzarne davvero il contenuto.
Successe prima di Epicuro con Hermann Hesse. Il titolo del libro più venduto dopo "Lettera sulla felicità" era "Visioni di Pictor". Se io lo avessi adottato avrei raggiunto solo gli affezionati, i 'collezionisti' delle opere di Hesse, mentre il nuovo titolo "Favola d'amore" ne estese a dismisura il bacino di comprensione e condivisione. Il nuovo titolo di Epicuro, rispettando il contenuto, ha ottenuto lo stesso effetto.

Che influenza ha avuto Epicuro sulla storia di Stampa Alternativa? E nella sua vita?

È stato il faro che ha illuminato il percorso per convincere anche i più scettici, ma soprattutto chi ancora non ci conosceva, della bontà della nostra rivoluzione editoriale, che poi era ed è culturale ed esistenziale, e che la rivoluzione era possibile e in corso. Lo stesso effetto che ha provocato in me e l'ha resa degna di essere vissuta.

Come i giovani delle ultime generazioni che non l'hanno conosciuto i libri millelire possono sostituirli per la loro cultura e formazione?

La vedo dura a causa del vero virus, che non è il Covid-19, bensì il consumismo compulsivo e il bombardamento mediatico a supporto. Io ci provo con tutte le invenzioni e modalità possibili, per esempio, per citarne una, con le "Maglie della salute mentale". Estrarre dai libri amati e oggi espulsi dalla vita dei ragazzi frasi brevi e significative e proporle su maglie da indossare con la possibilità che quelle frasi si prestino ad un percorso di riappropriazione di quel libro e di quello scrittore.


Di che cosa parlerà all’evento di Senigallia?

Racconterò la "Lettera", passo passo, come mi è giunta, come ha cambiato me, dopo tanti cambiamenti, e come ha alimentato e continua ad alimentare criticità, responsabilità e... felicità.

La partecipazione a tutti gli eventi del Festival Epicureo è gratuita, ma è necessario prenotare via mail scrivendo a infinito@epicuro.org.


da Claudia Chiappalupi
claudia@epicuro.org







Questa è un'intervista pubblicata il 11-07-2021 alle 23:33 sul giornale del 13 luglio 2021 - 184 letture

In questo articolo si parla di cultura, intervista, festival epicureo, Claudia Chiappalupi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b0QA





logoEV
logoEV
logoEV