Sondaggio di CNA Ancona: 85% degli imprenditori vaccinati favorevole al Green Pass, "per evitare altri lockdown"

3' di lettura Ancona 05/08/2021 - Gli imprenditori di CNA Territoriale di Ancona hanno le idee chiare: dobbiamo fare di tutto per evitare nuovi lockdown in autunno e inverno.

È questa in estrema sintesi il risultato del partecipatissimo sondaggio che l'associazione di imprese della provincia di Ancona ha lanciato fra i suoi associati e a cui hanno aderito oltre il 5% delle imprese (un campione di circa 250 partite iva del territorio).

A determinare, senza mezzi termini, il sentimento generale delle imprese è una profonda insicurezza verso il periodo autunnale e invernale: un imprenditore su due teme un nuovo lockdown e il conseguente rallentamento della ripresa economica.

Di fronte allo spettro di una nuova chiusura la stragrande maggioranza delle imprese della provincia di Ancona ha identificato con chiarezza quale sia la strada da percorrere: vaccino e Green Pass. Ben l'88% degli imprenditori e artigiani che hanno effettuato la vaccinazione (63% del totale) reputa la campagna vaccinale l'unica strada per uscire dalla pandemia e quindi l'uso del Green Pass come strumento fondamentale per evitare un altro lockdown (85%).

Contenutissima inoltre la preoccupazione per eventuali ostacoli alla ripresa determinati dall'introduzione del Green Pass. Appena l'11% (Vaccinato o meno) lo reputa "deleterio per il business" mentre sono più preoccupazione fra le imprese per controlli e sanzioni (16%).

“Abbiamo voluto ascoltare i nostri associati per avere una piena consapevolezza dello stato d’animo che sta vivendo chi ha alle spalle tanti mesi di sofferenze e sacrifici – ha sottolineato il direttore di CNA Territoriale di Ancona, Massimiliano Santini -. E la parola d’ordine condivisa è “mai più lockdown”. Per riuscirci siamo certi che serva compattezza e chiarezza, pur rispettando le diverse sensibilità, poiché c’è bisogno di recuperare la fiducia nella ricerca medica e riaffermare un unico forte senso di responsabilità collettiva.”

Da leggere invece con attenzione i dati sul fronte dei non vaccinati. In linea con il trend regionale (23% della popolazione over 12 ancora non vaccinata), anche le Partite IVA sul territorio che ancora non hanno ricevuto nemmeno la prima dose per scelta è del 21% a cui si somma un 5% per ragioni mediche e soprattutto un 11% che si dice confuso e indeciso.

Una platea di indecisi e non vaccinati che è preoccupata soprattutto per le tensioni sociali emerse in queste ultime ore (40%) e che, in maniera diametralmente opposta ma minoritaria rispetto alla platea dei rispondenti, reputa il Green Pass uno strumento inutile (65% dei non vaccinati e 25% sul totale dei rispondenti ).

Infine, andando più in profondità, emerge come indecisi e non vaccinati siano 1 su 2 sotto i 50 anni, che lavorino principalmente nel settore del Benessere (27%) e dell'agroalimentare (17%) e che territorialmente si trovino soprattutto (45%) su Ancona e la zona sud (Osimo, Castelfidardo e Loreto).

“Dai dati della nostra indagine emerge infatti con chiarezza le preoccupazioni condivise da tutti rispetto alle tensioni sociali che stanno esplodendo nel territorio e che incentivano il fenomeno del disorientamento e quindi della paura soprattutto in chi non ha ancora le idee chiare – Conclude il direttore Santini -. Dobbiamo ritrovare compattezza per abbattere i muri del pregiudizio e, senza discriminazioni, utilizzare al meglio l’unica arma che abbiamo in mano, il vaccino, per ritrovare una volta per tutti una nuova normalità. Ed è anche e soprattutto per questo che i nostri dirigenti hanno deciso ancora una volta di metterci la faccia, prestandosi come testimonial della campagna di sensibilizzazione di CNA “Vaccinarsi ora per non fermarsi ancora” .”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2021 alle 16:24 sul giornale del 06 agosto 2021 - 146 letture

In questo articolo si parla di lavoro, artigianato, cna, cna ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cdEs