Nuovo molo crocieristico, impatto su paesaggio e inquinamento. Italia Nostra: "A nessuno importa?"

1' di lettura Ancona 28/10/2021 - Il 30 settembre 2021 il Consiglio Comunale di Ancona, a maggioranza, ha confermato la volontà di realizzare un nuovo importante molo crocieristico al Molo Clementino, con un investimento pubblico di 22,2 milioni di euro per darlo poi in concessione a privati.

Il progetto riconosce che i costi sociali derivanti dall’inquinamento ambientale dovuto all’incremento del traffico crocieristico, ammontino ad un totale di 15,37 milioni di euro l’anno (pag. 32 del “progetto di fattibilità, analisi costi benefici”). E questo in una area delicata e già ad elevato rischio di crisi ambientale in contrasto con la volontà, ad ogni livello, di ridurre l’inquinamento per combattere i cambiamenti climatici. Il progetto annulla l’ipotesi di recupero del porto storico, romano e vanvitelliano con un alto impatto sul paesaggio naturale e sui monumenti, che invece va salvaguardato nella sua integrità, restituendolo in toto alla città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2021 alle 16:38 sul giornale del 29 ottobre 2021 - 237 letture

In questo articolo si parla di politica, italia nostra ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cq4R





logoEV
logoEV