Lite in strada all’una di notte. Sanzionato dalla Polizia per ubriachezza molesta

2' di lettura Ancona 28/05/2022 - L’uomo, in evidente stato di ebrezza, litigava con un passante che stava tornando a casa in Piazza d’Armi. Le grida in piena notte avevano fatto partire la segnalazione alla Polizia

Continua l’intensificazione dei servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal Questore, su indicazione del Prefetto in sede di Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Nelle giornate di giovedì e venerdì, in particolare, l’attenzione è stata rivolta principalmente all’area del Piano, oggetto di controlli straordinari già da vari mesi.

I servizi di questa settimana hanno visto l’impiego di personale delle Volanti, della Squadra Cinofili e del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche, ed hanno riguardato le zone di Corso Carlo Alberto, piazza Ugo Bassi, via Giordano Bruno e piazza d’Armi. L’attività è stata diretta, tra l’altro, a verificare il rispetto della nota ordinanza comunale che vieta la consumazione di alcolici in alcune delle predette vie. Nel corso dei servizi, inoltre, sono stati effettuati mirati controlli presso gli esercizi commerciali della zona.

Il presidio costante del territorio ha consentito alle volanti di intervenire tempestivamente questa notte, alle ore una, in piazza d’Armi, dove era stata segnalata una lite in strada tra cittadini stranieri. Giunti sul posto, gli operatori individuavano una persona che inveiva contro un altro soggetto che era affacciato ad una finestra di uno degli stabili della piazza.

I poliziotti provvedevano ad identificare i due uomini coinvolti nella lite, entrambi di nazionalità tunisina, ed a raccogliere informazioni per ricostruire l’accaduto.

Sulla base di quanto esposto dai presenti, si accertava che il soggetto che era stato precedentemente trovato in strada, in evidente stato di ebbrezza a causa di un consumo smodato di bevande alcoliche, aveva iniziato senza motivo ad inveire nei confronti dell’altro soggetto che stava rientrando in casa.

Gli operatori, dopo aver calmato gli animi, verificato che entrambi i tunisini erano in regola con il permesso di soggiorno, accompagnavano in Questura il soggetto molesto, al fine di effettuare ulteriori accertamenti.

A causa della sua condotta, il predetto veniva sanzionato per ubriachezza molesta. La sua posizione ora è al vaglio del Questore, per valutare l’eventuale adozione di un daspo urbano o di altre adeguate misure preventive.







Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2022 alle 16:37 sul giornale del 30 maggio 2022 - 202 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c9G3





logoEV
logoEV
logoEV