contatore accessi free

Sono terminati gli alloggi per i richiedenti asilo. La Prefettura lancia l'appello per altre unità abitative

accoglienza 1' di lettura Ancona 07/10/2022 - Rilanciato l'appello affinché vengano messi a disposizione per l'accoglienza ulteriori unità abitative da adibire, tramite gli Enti gestori già impegnati al massimo livello, a Centri di Accoglienza Straordinaria

Dai primi giorni dello scorso mese di giugno si è potuto registrare un afflusso costante e crescente di richiedenti protezione internazionale, provenienti dal territorio.

Ad oggi si è presentato un ingente numero di persone che costituiscono, in termini statistici, un caso senza precedenti. Profondendo uno sforzo organizzativo, la Prefettura di Ancona è riuscita ad accoglierne circa 150, compatibilmente con le scarse disponibilità di posti, dovute ad un mercato immobiliare non rispondente alle esigenze. Molti dei cittadini stranieri rintracciati sul territorio sono migranti che hanno manifestato la volontà di richiedere protezione internazionale in altre Nazioni e alcuni di essi hanno già definito con un diniego di altro Paese dell'Unione Europea il loro percorso per la richiesta di asilo. La percentuale di questi casi è pari a circa il 60%.

I Paesi maggiormente rappresentati sono Pakistan, Egitto, Bangladesh e Somalia. Da mesi, inoltre, la Prefettura sta fronteggiando l'arrivo dei cittadini ucraini in fuga dal conflitto con la Russia. Nel periodo di massima affluenza è stata data accoglienza fino a 190 profughi.

Complessivamente, ad oggi, la Prefettura - UTG di Ancona accoglienza al 43% dei richiedenti protezione presenti nella regione Marche.

Per questi motivi viene ora rilanciato l'appello affinché vengano messi a disposizione per l'accoglienza ulteriori unità abitative da adibire, tramite gli Enti gestori già impegnati al massimo livello, a Centri di Accoglienza Straordinaria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2022 alle 18:49 sul giornale del 08 ottobre 2022 - 170 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, accoglienza, comunicato stampa, accoglienza ancona, asilo ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/duC5