contatore accessi free

La fuga nella notte e la richiesta di aiuto ai campanelli. Così la turista si è sottratta al suo aggressore

Foto di repertorio 2' di lettura Ancona 28/05/2023 - Aggiornamento sulle vicende che hanno visto una turista 30enne vittima di un’aggressione nella notte di venerdì. La ragazza si è salvata suonando i campanelli delle case vicine. L’aggressore trovato dalla Polizia mentre cercava di nascondersi sotto una macchina

Sono stati resi noti alcune dinamiche della vicenda che ha visto una 30enne calabrese appena arrivata in città essere vittima di un aggressine a sfondo sessuale nella notte di venerdì in via Giordano Bruno.

Appena scesa dal treno si era avventurata tra le vie del Piano nella notte di venerdì, quando era stata avvicinata da un ragazzo dell’est Europa. La giovane donna aveva iniziato a parlare con il giovane, inizialmente amichevole, ma la situazione era destinata a degenerare in breve tempo. Secondo quanto riferito in seguito alla Polizia, luomo dopo un primo rifiuto della ragazza il comportamento dell’uomo si sarebbe fatto insistente e aggressivo, tanto da costringerla alla fuga. La donna si lanciava in un cortile, chiedendo disperatamente aiuto a tutti i campanelli. Qualcuno apriva il portone e la giovane poteva barricarsi all’interno di un ascensore. Nel frattempo la Polizia, chiamata da alcuni inquilini del palazzo stava accorrendo.

Giunti immediatamente sul posto gli Agenti notavano la sagoma di un uomo che si stava allontanando nell’ombra andandosi ad infilare in un cortile chiuso adiacente lo stabile. Mentre gli Agenti di una Volante, entrati nel palazzo, verificavano la presenza della ragazza, che si era barricata all'interno dell'ascensore, gli operatori dell'altra Squadra, si erano messi alla ricerca dell'uomo. La turista forniva una sommaria descrizione fisica del suo aggressore, che comunicata ai colleghi permetteva agli operatori della seconda Squadra Volante di individuarlo, mentre cercava di nascondersi sotto una delle auto in sosta nei pressi di quello stabile. L'uomo vedendosi scoperto cercava di scappare ma veniva prontamente bloccato. Veniva quindi identificato per un cittadino dell'Europa dell'Est, di circa 30 anni.

La ragazza veniva affidata ai sanitari del 118 intervenuti sul posto che la trasportavano al Pronto Soccorso, l'uomo veniva condotto presso gli Uffici della Questura per gli ulteriori accertamenti del caso. Dalle attività svolte si appurava che i fatti precedentemente narrati dalla ragazza erano stati da lei sminuiti e che comunque si riservava l'eventuale denuncia. Pertanto, l'uomo veniva deferito all'Autorità Giudiziaria in stato di libertà per molestie, per resistenza a P.U. e contravvenzionato per ubriachezza.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter





Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2023 alle 12:15 sul giornale del 29 maggio 2023 - 914 letture

In questo articolo si parla di cronaca, via giordano bruno, Piano San Lazzaro, vivere ancona, articolo, aggressione piano san lazzaro, molestia piano san lazzaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/eaml





logoEV
logoEV
qrcode