contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: la scuola dell’infanzia Peter Pan diventerà un asilo nido entro la fine del 2024

2' di lettura
66

Sarà pronto entro la fine del 2024 il nuovo asilo nido di via Leopardi, che sarà realizzato grazie alla ristrutturazione della scuola dell’infanzia Peter Pan.

Nella giornata di giovedì 30 novembre il cantiere è stato consegnato alla Edilfab di Arezzo, che si è aggiudicata l’appalto integrato lo scorso giugno: la società toscana in questi mesi per mezzo dei tecnici incaricati ha redatto il progetto definitivo ed esecutivo che permetterà di ridisegnare gli spazi interni e valorizzare il grande cortile per svolgere attività all’aperto. Il cronoprogramma prevede la consegna del nuovo asilo nido in circa un anno. L’opera sarà realizzata grazie a fondi del Pnrr per 1,7 milioni di euro e il cronoprogramma ha un ruolo centrale.

«I tempi per la progettazione sono stati rispettati – spiega la vicesindaco con delega ai Lavori pubblici Valentina Barchiesi – e possiamo quindi procedere all’esecuzione dei lavori. Falconara ha rispettato rigorosamente tutti gli adempimenti dettati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, a differenza di quanto accaduto in altri Comuni, che per questo hanno perso i fondi. Non mi riferisco soltanto al progetto per la scuola Peter Pan, ma in generale ai tanti progetti che hanno ottenuto finanziamenti grazie al Pnrr, segno che gli uffici tecnici falconaresi hanno lavorato con impegno e in modo scrupoloso».

Quanto ai lavori della Peter Pan, l’edificio sarà completamente ristrutturato per accogliere un maggior numero di bambini della zona centro sud di Falconara. L'immobile da ristrutturare, della superficie totale di circa mille metri quadri, si apre su via Leopardi e si sviluppa su tre livelli. I lavori garantiranno il consolidamento strutturale dell'edificio, il suo efficientamento energetico e una suddivisione più razionale degli spazi.

A livello strutturale sono previsti la messa in sicurezza e il totale rifacimento della facciata, che permetterà di recuperare l'aspetto originale. La scuola risale infatti ai primi del Novecento ed è tutelata dalla Soprintendenza. Saranno inoltre rinforzate le travi in cemento armato e i solai e potenziate le staffatture, per aumentare la sicurezza dell'immobile sotto il profilo antisismico. Saranno infine consolidate le parti in muratura. È previsto anche l’efficientamento energetico. Internamente la scuola manterrà al piano terra tre aule, dormitori, bagni per i bambini e servizi igienici per il personale, mentre al piano seminterrato saranno ubicati la sezione lattanti con annesso dormitorio e ricavati locali di servizio. Il primo piano, secondo una previsione, dovrà essere destinato all'accoglienza e al ricevimento dei genitori. Sarà migliorato l'accesso al cortile interno, un grande spazio verde di oltre 300 metri quadri da utilizzare per le attività all'aperto. È prevista la realizzazione di 3 classi per i medi/grandi e una per i piccoli.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2023 alle 10:17 sul giornale del 11 dicembre 2023 - 66 letture






qrcode