contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Annullata la sanzione disciplinare, UNARMA: "È il momento della solidarietà venuta meno al collega"

2' di lettura
74

Il Tar Marche con la sentenza nr. 807/2023, nell'interpretare la ratio sottesa all'obbligo di comunicazione previsto dall'art. 748 del D.P.R. 90/2010 ult. comma, ha chiarito che la norma è finalizzata a consentire al comando di appartenenza del militare, il quale anche al di fuori del servizio sia rimasto coinvolto in accadimenti potenzialmente in grado di influire sulla regolarità del servizio, di apprestare in tempo utile gli opportuni rimedi.

La disposizione, tuttavia, non contempla particolari modalità attraverso cui la comunicazione deve essere fatta né impedisce che la stessa sia fatta NON in unica soluzione o che venga trasmessa a mezzo di terza persona.

Così in una breve nota il commento del Segretario Generale Regionale di UNARMA ASC Marche Paolo Petracca su quanto accaduto ad un Ispettore del Comando Provinciale di Ancona difeso dallo Studio Legale dell’Avv. Marta Mangeli del Foro di Ancona, la quale aggiunge: “il Giudice amministrativo sposando la tesi difensiva del ricorrente, ha in buona sostanza evidenziato che ciò che conta, ai fini del corretto adempimento dell'obbligo informativo ricadente sul militare, è che l'evento sia comunicato celermente per cui, sotto tale profilo, nulla cambia se l'amministrazione venga a conoscenza aliunde dell'accaduto e, più in particolare, se l'informativa provenga da un altro Corpo militare o di polizia o per il tramite di colleghi del militare”.

Il TAR Marche ha dunque ANNULLATO la sanzione disciplinare del RIMPROVERO irrogata al militare per presunta violazione dell’obbligo di cui all’art. 748 ult. comma del D.P.R. 90/2010 ritenendola ingiusta e comunque sproporzionata.

Conclude il Segretario Generale Provinciale di Ancona Giuseppe Colasanto: ora è il momento della solidarietà e della vicinanza mai venuta meno al collega, al quale vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro, che potrà tornare ad essere sereno come merita e ciò sia da monito agli addetti ai lavori giacché l’autorevolezza dirigenziale non sta nel cercare di imporre la forza senza diritto, ma nell’essere giusti, equi e capaci di cambiare idea.


ARGOMENTI

da UNARMA Marche


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-12-2023 alle 17:12 sul giornale del 12 dicembre 2023 - 74 letture






qrcode