contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Festival Frontiere e Resistenze, all'Ambasciata dei Diritti l'incontro "La Colombia dopo le Farc"

1' di lettura
96

La Colombia dopo il 2016, l’anno di armistizio con le Farc, ha visto cambiare tanti dei propri equilibri, rapporti di potere, prospettive e criticità.

Sabato 24, il festival Frontiere e Resistenze, organizzato dalla odv Ambasciata dei Diritti, guarda proprio al magnifico paese dell’America del Sud e alla sua situazione sociale e politica attuale, a otto anni dallo storico armistizio con le Farc. L’appuntamento è dalle 18, nella sede di Ambasciata dei Diritti (Via Urbino, 18). Partecipano al nuovo incontro della rassegna, attenta a temi geopolitici e culturali, Silvia Ernesto, coordinatrice del progetto in Colombia per Kenda e Maria Ferrara, presidente di Kenda Ets, impegnate in azioni di cooperazione e cittadinanza resistente in Amazzonia e Bogotà, con un presidio sanitario nella comunità di San Martin de Amacayacu e con il progetto sociale Recicalle nel difficile rione San Bernardo. Coordina il dialogo Marco Benedettelli.

La testimonianza delle cooperanti di Kenda sarà il punto di partenza per gettare luce su una realtà frastagliata come quella della Colombia, reduce da una pluridecennale guerra civile e che nonostante lo storico accordo del 2016 con le Farc, ha visto in otto anni più di 1600 leader sociali indigeni uccisi, masse di rifugiati interni costretti ad abbandonare le proprie regioni, altre comunità prigioniere della violenza che la guerra tra cartelli del narcotraffico e bande criminali continua a generare nel controllo dei territori. Al termine, aperitivo con specialità colombiane, su prenotazione. Info: 3403747403





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2024 alle 12:40 sul giornale del 22 febbraio 2024 - 96 letture






qrcode