contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sanità, Conti (OPI Ancona): "Mancano circa 300 infermieri in provincia. Ai turisti va garantita assistenza"

2' di lettura
48

“Per garantire l’adeguatezza della risposta assistenziale ai bisogni delle persone servono gli infermieri che invece sono pochi, ne mancano ancora circa 300 solo nella nostra provincia e continuano a rinunciare per stipendi bassi, condizione di lavoro proibitive e mancanza di crescita professionale”.

A dirlo è Giuseppino Conti Presidente di OPI Ancona “ma la questione è trasversale a tutta la regione” – assicura – e con l’approssimarsi dell’estate tornerà il solito problema di garantire le ferie al personale ma non solo”.

Non è un caso che Opi Ancona rilanci la discussione all’indomani degli Stati Generali del Turismo nelle Marche con la presenza dei vertici politici ed economici.

“I servizi da offrire a chi soggiorna temporaneamente nel nostro territorio – insiste Conti – non devono essere solo di tipo ricettivo o ricreativo ma anche assistenziale. I feedback che riceviamo costantemente dagli infermieri impegnati sul territorio è che con grandissima difficoltà, sacrificio e senso di responsabilità si riescono oggi a garantire i servizi ai residenti mentre è giusto considerare che chi sceglie le Marche abbia una percezione di regione accogliente a 360 gradi anche in caso di bisogno”. Sul tavolo del dibattito Opi Ancona chiede quindi che restino tutti i temi che intersecano i diritti degli iscritti a partire dalla diminuzione delle attività e dall’accorpamento dei reparti, il tutto alla vigilia di un periodo nel quale la popolazione aumenta con la presenza dei turisti ai quali va garantita assistenza”.

“L’Ordine Professionale, quale Ente Sussidiario dello Stato, non entra nel merito delle scelte politiche della Regione – insiste il Presidente di Opi Ancona – ma esercita il suo ruolo di tutela e di garanzia nei confronti degli utenti e degli infermieri ponendo il tema preoccupato dalle lungaggini nel bandire concorsi per infermieri e manifestando una forte preoccupazione nei confronti dei cittadini/pazienti e degli infermieri che sono i meno pagati d’Europa e che soffrono la limitata possibilità di sbocchi di carriera, l’impossibilità di una vera crescita professionale, le insostenibili condizioni di lavoro e la conseguente perdita di attrattività del SSN”.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2024 alle 17:53 sul giornale del 24 aprile 2024 - 48 letture






qrcode