contatore accessi free

Falconara: Marcelli Flori, valorizzare la risorsa mare

falconara 2' di lettura 03/04/2008 - \"La pianificazione e la valorizzazione della risorsa mare sembrano essersi apparentemente interrotti. Non solo non sia sa più nulla dei progetti di ristrutturazione dei due sottopassi (via Mameli e Palombina Vecchia) ma l\'impressione è che sia stato messo in un cassetto quel progetto complessivo di attenzione alle varie problematiche ormai a tutti note\".

La risorsa mare va valorizzata e per farlo occorre una unità d\'intenti ordinari e non perennemente emergenziali, occorre evitare il cronico giungere con l\'acqua alla gola all\'inizio della stagione balneare, una pianificazione che parta a settembre valutando le criticità emerse durante la stagione passata risolvendo preventivamente e tempestivamente le problematiche riscontrate. Perché se da un lato è oggettiva la carenza di fondi, dall\'altro questa non può essere una attenuante per rimandare una soluzione delle note le problematiche pre-stagione: l\'assenza di un impianto audiofonico (per il quale c\'era comunque la disponibilità della Regione Marche) la manutenzione e istallazione delle docce, le persistenti problematiche igienico/ambientali dei troppo pieni, la situazione delle rampe e dei pontili, la pitturazione dei sottopassi o ancora l\'esigenza di un progetto di metanizzazione o l\'attuazione concertata del disciplinare tra CAM e operatori o ancora i progetto pilota per i pontili, le aree pubbliche attrezzate fino alla questione sicurezza, al camminamento del piano spiaggia, le attività promozionali e culturali della stagione estiva e le questioni ambientali e dei parcheggi e ovviamente ne tralascio altre.



Insomma resto convinto che una sinergica concertazione consenta, come già parzialmente avvenuto in passato, di arrivare ad aprile con le idee chiare dove ognuno sa cosa deve fare e come farlo dove non va definita urgenza ciò che urgenza non è. Ritengo sia importante che gli operatori possano interfacciarsi direttamente con un\'unica figura che sia di collegamento tra l\'istituzione comune e gli operatori stessi, siano essi consorziati o non. Tutto ciò eviterebbe il rituale e spesso inconcludente riferirsi ad una molteplicità di referenti e soggetti che, se non adeguatamente coordinati e diretti, rischiano di fornire risposte con tempistica diversa a volte contraddittorie e soprattutto non rispondenti ad un progetto d\'insieme. Ecco perché propongo ad Emanuele Lodolini, qualora a lui spetti l\'onore e l\'onère di diventare sindaco di Falconara (e ovviamente lo spero), l\'istituzione di una delega assessorile apposita, una delega che racchiuda in se tutta la \"questione mare\" che funga da interfaccia UNICA con gli operatori del settore, e che sia di volta in volta coadiuvato ed integrato da uffici e assessorati specifici.



Una modalità che ovviamente propongo contestualmente agli operatori balneari conscio delle problematiche che ho personalmente potuto riscontrare nel recente passato e di quelle che mi pare loro stiano affrontando ancora una volta già da ora. Una modalità nuova di approccio che consenta immediatezza, pianificazione e concertazione a 360°, una modalità che non potrà certo risolvere con la bacchetta magica la molteplicità di problemi evidenziati ma che sono certo potrà ricostruire un rapporto forte e indispensabile con gli operatori consentendo di rispondere insieme all\'esigenza di valorizzazione di una risorsa fondamentale per Falconara.


da Massimo Marcelli Flori
PRC Falconara




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 aprile 2008 - 1048 letture

In questo articolo si parla di politica, Massimo Marcelli Flori





logoEV
logoEV