...

“Mentre il presidente Acquaroli, dopo aver largamente contribuito a paralizzare l’Authority assecondando gli opachi giochi politici romani del suo partito con la difesa a spada tratta della candidatura di Matteo Africano, non sa far altro che dirsi perplesso, questa mattina ho formalmente scritto al ministro Enrico Giovannini per chiedere un suo intervento volto a sanare il vuoto dirigenziale venutosi a creare dopo la scadenza del mandato di Giampieri”.


...

"Il Comune di Ancona non intende chiudere il campetto di via Torrioni, riaperto tra l'altro qualche tempo fa dopo lo stop del Covid". Lo afferma l'assessore Stefano Foresi, che smentisce così la notizia secondo la quale l'Amministrazione comunale avrebbe in progetto di smantellare questo spazio dedicato i ragazzi.




...

Appalti Fincantieri: una storia vecchia di anni. L’ultima vicenda, che ha visto protagonisti un operaio bengalese e il suo diretto superiore, con l’operaio malmenato e tuttora in coma all’ospedale, conferma una situazione ormai diventata insostenibile.


...

La FIAB Ancona Conero ha deciso di attendere alcuni giorni prima di inviare un proprio comunicato in merito all'ordinanza 35/2021 emanata dall'Autorità Portuale che vieta l'accesso a monopattini, biciclette nonché skate boards e similari presso ogni varco di accesso all’ambito portuale di Ancona per cercare di capire realmente quali fossero le ragioni di una tale posizione.



...

"Il tentativo del presidente Acquaroli di addossare responsabilità al ministro Giovannini sulla mancata nomina di Matteo Africano alla presidenza dell'Autorità di Sistema portuale di Ancona è un'imbarazzante arrampicata sugli specchi che, se possibile, rende ancora più grave la crisi venutasi a creare a danno del tessuto economico marchigiano".








...

"Auspico che l'impasse venutasi a creare sulla nomina di Matteo Africano alla presidenza dell'Autorità portuale di Ancona sia motivo di riflessione per il ministro Giovannini, affinché si giunga quanto prima a un nuovo nome capace di dare quelle risposte che il territorio, e in particolare il tessuto economico del porto di Ancona, si attende dopo la mancata conferma di Rodolfo Giampieri"


...

C'era una volta in Ancona il porto antico frequentato dalla cittadinanza. C'erano tante belle parole spese dall'amministrazione comunale sul restituire il porto, e la sua passeggiata, ai cittadini anconetani.










...

“L’attracco della Msc Splendida al Porto di Ancona rappresenta un bel segnale, di rinascita anche dal punto di vista turistico per l’intera nostra Regione”, questo il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche, Carlo Ciccioli, che domenica mattina ha partecipato alla tradizionale cerimonia del Maiden call insieme alle principali autorità.



...

“Siamo ancora una volta qui, a fianco dei lavoratori dell’Elica e delle organizzazioni sindacali per chiedere il ritiro del Piano industriale presentato dall’azienda, che, con i suoi propositi di delocalizzazione delle linee produttive in Polonia, mette a rischio oltre 400 posti di lavoro.


...

Le organizzazioni sindacali esprimono forte preoccupazione per la scelta del Comune di Ancona tesa a proseguire il percorso di esternalizzazione degli asili nido, che nel corso degli anni, stante mancate assunzioni, ha visto il passaggio di molti asili nido ai privati.



...

Il 6 Ottobre 2020 nell'incontro ufficiale nella Casa comunale tra Comitato di via Torresi, con i Portavoce Ballanti, Urbani e Trillini, accompagnati dai due Consiglieri comunali che si sono interessati agli appelli del Comitato stesso, Marco Ausili e Gianluca Quacquarini, e gli Assessori Sediari, Urbinati e Foresi, i Dirigenti Centanni e Fiorentino, si sono concordati dei passi e un nuovo incontro dopo sei mesi, cioè entro il 6 aprile






...

Mentre ci accingiamo ad assistere ad un intero Paese colorato di bianco confortati dai numeri, con i vaccini per le nostre attività preannunciati da tempo, ma la cui gestazione è stata oltremodo lunga e complessa, arriva il Decreto Sostegni Bis, che in sostanza amplia la platea dei potenziali interessati, i quali in questo turno potrebbero passare dal 30% dello scorso ristoro al 50% delle attività ancora in esercizio.