contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

La coltivatrice resta ai domiciliari, ma solo di notte

1' di lettura
1423

arresto serra1
Potrà riprendere la sua vita normale, tornare sui banchi di scuola e uscire il pomeriggio ma non dopo cena: il giudice infligge il coprifuoco notturno fino al mattino successivo alla \"coltivatrice\" 17enne. La ragazza di Castelferretti arrestata sabato scorso dai carabinieri della Tenenza di Falconara perché trovata in possesso di una mini serra utilizzata per coltivare ed essiccare piante di marijuana è stata sentita ieri mattina dal giudice durante l\'udienza di convalida dell\'arresto.

L\'avvocato Mario Luca Casoni, legale della giovane ha chiesto il ritiro del provvedimento restrittivo ma la misura è stata confermata. Leggera ad ogni modo la mano del giudice che ha sì confermato i domiciliari ma solo per l\'arco di tempo notturno, tra le 22.30 e le 6.30 del giorno dopo. Così la 17enne potrà andare a scuola, vedersi con gli amici il pomeriggio, condurre una vita normale, insomma.

Tra le prescrizioni anche quella di non frequentare persone poco \"raccomandabili\". I militari dell\'Arma sabato attorno alle 20 avevano trovato nel suo garage un kit per la coltivazione comprensivo di lampada alogena, umidificatori, rilevatori di temperatura e umidità, ventilatori, oltre a circa 180 grammi di marijuana messa ad essiccare. Il tutto all\'insaputa dei genitori, rimasti allibiti alla notizia, che da tempo non utilizzavano più la rimessa per parcheggiare le loro autovetture.



arresto serra1

Questo è un articolo pubblicato il 02-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 aprile 2008 - 1423 letture