contatore accessi free

Violenza di gruppo su una falconarese: il DNA incastra il quarto violentatore

1' di lettura Ancona 04/04/2008 - Sono quattro, gli accusati di violenza sessuale di gruppo ai danni di una falconarese, una 27enne di Castelferretti rimasta poi incinta e che in seguito decise di abortire.

L\'avviso di chiusura delle indagini aggiunge un quarto uomo alla lista dei sospettati per i quali il pm Rosario Lionello ipotizza il reato di violenza sessuale di gruppo. A Sherif Foued, 26 anni, Hamadi Hedfi, 30 anni, tunisini, Anis Mimoude, 24, marocchino, si è aggiunto anche e Ben Mohammed Jamel, l\'algerino arrestato in un secondo momento. Gli indagati sono difesi dagli avvocati Davide Toccaceli e Pietro De Gaetani e si dicono estranei ai fatti.


L\'esame del dna sul feto della giovane ha confermato che Jamel è il padre. Lui, accusato dalla ragazza soltanto di averla minacciata dopo il fatto, sostiene di aver avuto con la vittima una relazione sentimentale. Per i quattro indagati, dunque, la procura si appresta a chiedere il rinvio a giudizio, anche se potranno sollecitare un nuovo interrogatorio per tentare di convincere il pm di essere innocenti.






Questo è un articolo pubblicato il 04-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 04 aprile 2008 - 1163 letture

In questo articolo si parla di cronaca, falconara, marco catalani, castelferretti, violenza carnale





logoEV
logoEV
logoEV