contatore accessi free

Falconara: Ricciarelli, evitare di speculare sulle cooperative sociali

falconara 4' di lettura 09/04/2008 - \"Leggo con grande stupore che fra le indicazioni fornite dal candidato Brunelli per risanare il deficit comunale c’è l’indicazione di chiudere il Consorzio Intervento, definito inutile, e offrire ai comuni vicini i servizi di qualità per ridurre i costi\".

Ora, capisco che siamo in campagna elettorale, ma sentire certe indicazioni non solo fuori luogo, ma assolutamente inattuabili dal Comune,e tanto meno da un Sindaco, lascia francamente interdetti, evidentemente, in tutte le riunioni di giunta a cui sono stata invitata, il candidato Brunelli, che pure era presente, era distratto, perché ho, o almeno credevo, esaurientemente spiegato la situazione giuridica del sistema delle Cooperative e del Consorzio che è una struttura che opera sotto i dettami del diritto privato ed è assolutamente indipendente, ed aggiungo, ora, che il comune di Falconara, che una volta era praticamente l’unico committente del sistema Intervento, adesso ha nel nostro insieme di commesse un ruolo marginalissimo, in quanto le attività attuali del Consorzio Intervento sono state vinte in gare e in ricerca diretta di servizi che nulla hanno a che fare col Comune di Falconara.



Anzi, visto che dette commesse sono state assegnate in quanto sistema consortile, chiudere il Consorzio, vuol dire perderle con conseguente disoccupazione dei circa duecento dipendenti che adesso vi sono occupati, non credo, quindi che sia questa la volontà del candidato Brunelli, che sicuramente ha a cuore le sorti di tante persone, esattamente come noi.




Detto questo, vorrei ricordare al candidato Brunelli, che il sistema del Consorzio Intervento non è assolutamente inutile,(e che se comunque lo fosse non è un problema suo ma del sistema in quanto tale) che non costa niente al comune di Falconara se non i servizi da questo richiesti (che il candidato Brunelli dimostra purtroppo di non conoscer e che fra le altre cose sono a prezzi più bassi di quelli di mercato, in quanto abbiamo sempre praticato sconti nonostante i ritardi dei pagamenti che ci hanno massacrato in termini di interessi passivi, e che se non svolti da noi sarebbero stati svolti da altre strutture a prezzi più alti e questo si chiama far risparmiare al Comune e che solo l’ingegno e le capacità manageriali dei Presidenti del sistema Intervento hanno permesso non solo la sopravvivenza di una struttura importante come la nostra sul territorio, ma hanno permesso che importanti servizi fossero ancora svolti, se poi lei ritiene che i residuali servizi rimastici, (a nessun guadagno per il Consorzio) tutti di grande rilevanza sociale, in quanto permettono a persone in difficoltà di lavorare e di sentirsi parte della società, siano inutili, vorrà dire che se vincerà lei non li rinnoverà più, invece, egregio candidato Brunelli, e lo dico prima come cittadina che come presidente del Consorzio Intervento, io spero proprio che chiunque vincerà e sarà chiamato al difficile compito di amministrare la nostra città, costruisca un rapporto ancor più proficuo con noi contribuendo alla crescita globale di Falconara intesa anche e soprattutto come collettività di cittadini e i servizi da offrire ai comuni vicini, non di certo quelli nostri, visto che sono stati regolarmente assegnati dietro gare o altro, e nulla hanno a che fare col Comune di Falconara, li lasci nel campo delle boutade elettorali.




Vorrei anche ricordare al candidato Brunelli l’enorme lavoro svolto dal sistema Intervento in questo ultimo anno e mezzo, da quando cioè ho cominciato ad occuparmene. Ho trovato un sistema al collasso, diseconomie gestionali, personale demotivato, nessuna risorsa finanziaria a disposizione, anzi, buchi spaventosi e come unico committente il Comune di Falconara, con tutto quello che comportava la nota difficoltà finanziaria in cui questo si dibatteva. Ci siamo rimboccati le maniche, ci siamo guardati attorno, abbiamo compattato i servizi, ristrutturato, abbiamo dovuto fare dei sacrifici dolorosi, diminuire le ore, e anche rinunciato a certe commesse che però non hanno comportato perdite occupazionali, abbiamo vinto fior di appalti, progetti pubblici e privati, abbiamo aperto una serra con fondi propri, abbiamo instaurato un sistema interno di controllo di gestione che ci permette di monitorare continuamente la situazione di ogni servizio e di ogni dipendente, abbiamo anche fatto formazione, certo, abbiamo dovuto dare un taglio più imprenditoriale al tutto, ma abbiamo sempre privilegiato le persone in difficoltà e siamo arrivati alla quasi totale autonomia dal sistema, pericolosissimo, di unico committente,e i dipendenti, aumentati, prendono gli stipendi e questo, mentre qualcuno, in Giunta Comunale (ne sa niente candidato Brunelli?) parlava di tagliare i “rami secchi” come il sistema Intervento.



Invito, a conclusione, tutti i candidati a sindaco ad evitare di speculare, peraltro ignorandone completamente la normativa, sul consorzio o più in generale sulle cooperative sociali, che hanno già numerosi problemi senza che qualcuno per motivi di visibilità tenti di trascinarci nell’arena politica. Per quanto riguarda lei, candidato Brunelli, faccia la sua campagna elettorale e se ritiene mi venga a trovare troverò sicuramente il tempo di ri-spiegarle il funzionamento delle cooperative e il loro rapporto con il comune.





da Susanna Ricciarelli
Consorzio Intervento




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 09 aprile 2008 - 3100 letture

In questo articolo si parla di attualità, Consorzio Intervento





logoEV
logoEV
logoEV