contatore accessi free

Ad Ancona nasce la fondazione Dr. Dante Paladini

ospedale 2' di lettura Ancona 16/04/2008 - Mercoledì 16 aprile - presso l\'Azienda Ospedaliera \"Ospedali Riuniti\" - verrà costituita la Fondazione dedicata al neurologo prematuramente scomparso nel 2005.

Il Piano Sanitario della Regione Marche per il 2007-2010 stabiliva di «rafforzare l\'intervento nel settore della disabilità e lo sviluppo di una logica di rete, nella quale si inserisce l\'istituzione di centri di riferimento specifici per problematiche complesse».
A questa progettualità, dunque, farà riferimento il Centro per le Malattie Neuromuscolari che nascerà nei prossimi mesi ad Ancona, presso l\'Azienda Ospedaliera \"Ospedali Riuniti\". Realizzato all\'interno della Clinica Neurologica dell\'Ospedale, il Centro avrà un proprio ambulatorio che si occuperà dei pazienti con malattie neuromuscolari sia in regime di day hospital che di ricovero, eventualmente appoggiandosi alla stessa Clinica.


Questa importante iniziativa vede nuovamente la luce dopo un primo tentativo avviato alcuni anni fa dal neurologo Dante Paladini, prematuramente scomparso nel 2005 e a cui oggi è stata intitolata la Fondazione Dr. Dante Paladini, che già a partire dalle prossime settimane avrà come priorità quella di collaborare strettamente con il Centro stesso.


Soci costitutivi della Fondazione - di partecipazione - sono la Famiglia Paladini, gli \"Ospedali Riuniti\" di Ancona e la Fondazione Serena, che invece gestisce NEMO, il primo Centro Clinico - con sede a Milano - che si occupa esclusivamente di malattie neuromuscolari. Ancha Serena, infatti, ha ritenuto importante dare il proprio impulso all\'iniziativa, anche alla luce del fatto che il Centro marchigiano sarà il primo a riprodurre l\'esempio di NEMO, fino ad oggi unico in Italia.


La costituzione della Fondazione e il riavvio del Centro per le Malattie Neuromuscolari hanno ricevuto fin dalla prima esperienza tutto l\'appoggio e il sostegno dalla Sezione di Ancona della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), da molti operatori e dai familiari dei pazienti. Ad oggi, infatti, si stima che nelle Marche siano circa 900 le persone affette da patologie neuromuscolari di origine genetica, tra cui le distrofie muscolari e le amiotrofie spinali (SMA). 400, invece, coloro che soffrono di forme croniche delle stesse, quali le miopatie infiammatorie, o di sclerosi laterale amiotrofica (SLA).


E alla luce proprio della natura \"partecipativa\" della Fondazione Paladini, i suoi soci auspicano che la comunità locale, in particolare i soggetti più interessati alle iniziative di responsabilità sociale, si sentano coinvolti e chiamati a partecipare attivamente all\'importante e innovativo progetto, che potrebbe diventare un motivo di forte aggregazione di risorse e progettualità, nell\'ottica di uno sviluppo sociale profondo, volto a dare vita «a un modello assistenziale - spiegano dalla UILDM di Ancona - basato su un servizio sanitario costruito a misura della persona disabile, nella speranza reale di migliorare la qualità della vita dei pazienti e delle loro famiglie».



da Centro Servizi per il Volontariato




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 16 aprile 2008 - 1549 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro servizi per il volotariato, ospedale





logoEV
logoEV