contatore accessi free

Falconara: continua la rassegna Comunque con - provocazioni dalla strada

la tenda di abramo 2' di lettura 20/04/2008 - Nell’ambito del ciclo di incontri pubblici sulle realtà di strada e l’emarginazione sociale, martedì 22 alle 21:15 all’ITC “Serrani” le testimonianze delle associazioni Tenda di Abramo e Free Woman onlus, che da anni sono in prima linea nel contrasto della povertà estrema e lo sfruttamento sessuale

Povertà estrema e sfruttamento sessuale. Facce diverse della realtà di strada e l’emarginazione sociale, che da anni vede impegnate due associazioni di volontariato locali come La Tenda di Abramo di Falconara e la Free Woman onlus di Ancona. Proprio alla testimonianza di queste due organizzazioni è dedicato il secondo appuntamento del ciclo di incontri pubblici “Comunque con – provocazioni dalla strada”, in programma martedì 22 aprile alle 21:15 all’Aula Magna dell’Itc “Serrani”, con l’intento di dare voce agli “invisibili” e rimettere con forza al centro del dibattito pubblico e anche della prossima amministrazione comunale le situazioni drammatiche di chi finisce sulla strada.

Alla serata interverranno Fabio Della Lunga presidente de La Tenda di Abramo e Marco Provinciali presidente di Free Woman onlus, che porteranno le esperienze delle rispettive attività di volontariato sul campo, i numeri e i risultati dell’accoglienza, i progetti e l’importante lavoro di rete fin qui condotto con altri soggetti per andare oltre l’ “emergenza” quotidiana. Con l’occasione saranno distribuiti materiali e brochure informative per sensibilizzare la cittadinanza alle possibili forme di sostegno ed entrare in contatto con nuovi potenziali volontari. La Tenda di Abramo, attiva a Falconara da 18 anni, gestisce una casa di prima accoglienza per senza fissa dimora e progetti per l’integrazione sociale delle persone senza alloggio; conta su circa 200 volontari e dal 1990 ad oggi ha accolto oltre 9000 persone.

La Free Woman onlus invece, nata 8 anni fa, opera nella provincia di Ancona e di Pesaro a sostegno di persone introdotte in Italia a scopo di sfruttamento sessuale e lavorativo: con una trentina di volontari e 10 operatori dal 2000 ad oggi ha accompagnato verso l’autonomia circa 150 ragazze. La rassegna è realizzata in collaborazione con l\'associazione \"Orecchio di Van Gogh\" e con il patrocinio della Provincia di Ancona - Assessorato Cultura e Solidarietà e del Csv. Prossimo appuntamento il 29 aprile con “Dignità violate – la violenza nelle relazioni di genere”, con la presenza dei proff. Roberto Mancini - Università di Macerata e Lorenza Maluccelli - Ateneo di Ferrara, che offriranno un approccio filosofico-sociologico al dramma della violenza uomo-donna.

da Centro Servizi per il Volontariato




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 aprile 2008 - 1198 letture

In questo articolo si parla di cultura, centro servizi per il volotariato





logoEV
logoEV